F1 | “Incidenti di Vettel non una coincidenza!”

Anche Ross Brawn ha parlato del momento estremamente negativo di Sebastian Vettel. Il tedesco, autore di numerosi errori durante la stagione, deve ritrovare se stesso aiutato dalla Ferrari. 

di Francesco Svelto |

Sebastian Vettel sta uscendo letteralmente martoriato dagli eventi di una stagione che poteva essere quella di un ritorno al successo. O sicuramente una annata che doveva vederlo protagonista fino alla fine nella lotta per il titolo mondiale. La competitività della Ferrari sulle piste di tutto il mondo si è rivelata, tutto sommato, assolutamente di elevata caratura.

Qualcosa però è andato storto nella stagione del tedesco. Errori su errori, mancanze, lacune caratteriali o eventuali problemi personali ne hanno caratterizzato l’andamento. Da Baku fino all’ultimo weekend ad Austin – durante il quale ne ha commessi due – sono ben nove gli errori che gli hanno portato via molti punti. Diversi autorevoli penne e addetti ai lavori hanno quantificato tra 60 e 70 lo score che Vettel poteva avere e non ha conquistato. Anche a Pit Talk, ultimamente il giornalista Rai, Giulio Delfino, ha ribadito il concetto.

Ieri invece è stato il turno di Ross Brawn, ingegnere e progettista campione del mondo con Benetton, Ferrari e Brawn Grand Prix, adesso responsabile tecnico di Liberty Media, che ha ribadito:

“Vettel non è estraneo agli errori. Venerdì ha fatto il primo errore, non rallentando a sufficienza sotto regime di bandiere rosse. Ha pagato un prezzo salato, con tre posizioni di penalità in griglia. Poi, nel corso della gara, è finito per fare un incidente con una Red Bull, questa volta quella di Ricciardo, e anche in questo caso Vettel ha avuto la peggio.

Era un’altra occasione persa per limare il gap dalla vetta del Mondiale. Certamente non voglio mettere Vettel sul banco degli imputati, ma questi incidenti non possono essere a lungo una coincidenza. Piuttosto, questi incidenti sembrerebbero indicare che Sebastian è un po’ fuori di testa al momento. Ora le speranze di riportare il titolo piloti a Maranello sta diminuendo ed è giunto il momento di fare i conti.

Il compito più importante della Ferrari è capire come poter aiutare Vettel e sfruttare al meglio il suo enorme talento. Non si diventa un 4 volte campione del mondo senza un motivo e Sebastian non si è certo dimenticato come vincere. In uno sport complicato come la F1 raggiungi i tuoi obiettivi solo se tutti i pezzi del puzzle sono nel posto giusto. Se manca solo un pezzo è tutto compromesso”.

Francesco Svelto


Francesco Svelto

Non un tifoso della F1... ma un appassionato di tutto ciò che è pure-racing a 4 ruote! Nota bene, ho scritto "pure-racing".