F1 | Russia: preoccupazione Ferrari nelle libere

Hamilton e la Mercedes dominano la giornata di prove libere in Russia. Tedeschi avanti sia sul passo di qualifica che di gara. La Ferrari arranca e Vettel è preoccupato. Ma domani si può ancora trovare la quadra. Ultima chiamata per la rimonta mondiale. 

di Francesco Svelto |

 

Concluse le prime due sessioni di prove libere a Sochi, in Russia, la Mercedes appare in vantaggio sia sul giro singolo che sul passo gara. Nonostante Vettel abbia conquistato la prima posizione in classifica nella sessione del mattino, son stati Hamilton e la Mercedes a svettare nel pomeriggio. Il duo leader del mondiale ha mostrato i muscoli soprattutto quando ha montato le gomme rosa portate da Pirelli, le HyperSoft, che riescono a dare il massimo grip sull’asfalto poco abrasivo del tracciato russo. Ma la superiorità delle Frecce d’Argento, come detto, non è da considerarsi soltanto in base alla classifica finale, nonostante la conferma di Bottas subito dietro al compagno.

Dietro le Mercedes, a sorpresa, non ci sono le due Ferrari ma le Red Bull di Verstappen e Ricciardo, apparse a proprio agio sul tracciato del villaggio olimpico nonostante la regressione per quanto rigarda il motore. Gli austriaci infatti hanno ufficializzato di essere tornati alla Spec-B del Renault in vista non solo di questa gara ma soprattutto delle trasferte di Messico e Brasile dove le altitudini – si pensa – possano mettere in difficoltà particolare la nuova evoluzione del motore francese.

Sono appunto le Ferrari a mancare all’appello oggi.

Le due Rosse di Maranello hanno occupato la quinta e la sesta posizione della classifica del venerdì. Vettel ha concluso a circa mezzo secondo dal top-time di Hamilton e questa non è una bella notizia dal momento che deve assolutamente iniziare la rimonta all’inglese già dalla Russia, o sarà troppo tardi. Sono le parole di Vettel, però, protagonista anche di un’uscita di pista, a destare preoccupazione: “Siamo abbastanza lontani dagli altri!”. E questo non suona bene. Da capire se però le Rosse troveranno la quadra nella prima parte della giornata di domani, come hanno dimostrato di saper fare più e più volte durante questa stagione.

 

Da segnalare l’ottima prima sessione di libere per Antonio Giovinazzi, in pista con la Alfa Romeo Sauber, la vettura con il quale parteciperà al prossimo campionato del mondo di F1. Decimo tempo per il pilota di Martina Franca.

Da capire cosa succederà nella giornata di domani. Indubbiamente la rimonta di Vettel e della Ferrari è chiamata a ripartire inesorabilmente da Sochi.

Di seguito il riepilogo dei tempi delle due sessioni:

 

Francesco Svelto


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Francesco Svelto

Non un tifoso della F1... ma un appassionato di tutto ciò che è pure-racing a 4 ruote! Nota bene, ho scritto "pure-racing".

Lascia un commento