Australia: Capolavoro Ferrari, Vettel prevale su Hamilton

Bravura , fortuna, lucidità. Queste le qualità con cui la Ferrari con Vettel riesce ad acchiappare grazie alla SC la prima posizione del GP d’Australia. Bene Raikkonen, Mercedes forte ma ad oggi a una sola punta. Per le Rosse il miglior avvio di stagione possibile.

Il primo GP stagionale regala alla Ferrari di Vettel una vittoria tanto desiderata quanto insperata dopo il distacco di 6 decimi preso ieri in qualifica.

La Mercedes è più efficace, più veloce in qualifica come lo è stata nella prima parte di gara. La gara però con le sue imprevedibili variabili si sa spesso è poi un’altra cosa. Qui la Ferrari ha saputo sfruttare a suo favore l’episodio che ha fatto uscire prima la VSC e poi la SC.

Quando in pista è entrata la SC per permettere alla gru di rimuovere la HAAS di Grosjean dalla seconda curva del tracciato Vettel, già in regime di VSC, è riuscito (a velocità moderata e costante per regolamento) a ritagliare traiettorie che gli hanno permesso di fare meno metri, liberando poi la sua Ferrari nella corsia di rientro prima della line del limite della pit lane.

 

Un capolavoro di lucidità mentale e strategia di gara.

Al rientro la Ferrari si troverà in prima posizione davanti ad Hamilton resistendoci fino al traguardo. All’Albert Park non è semplice superare, Hamilton mette sì pressione a Vettel per molti giri senza però riuscire realmente ad insidiarlo. Anzi è l’inglese campione in carica a sbagliare una frenata segno che l’inseguimento a Vettel è vero e scatenato.

Alla fine Hamilton molla liberando Vettel dalla morsa della sua Mercedes accontentandosi della seconda piazza davanti all’altra Ferrari di Kimi.

Questa vittoria premia la Ferrari per il grande lavoro svolto in inverno ma non deve illudere. Anche lo scorso anno la rossa qui vinse poi sappiamo come andò a finire . La Mercedes è rimasta sorpresa della competitività della Rosse è questo oggi conta più della “vittoria di tappa”.

Ottimo Kimi Raikkonen terzo. Dal 2004 due Ferrari non andavano a podio alla prima gara. Come squadra la Ferrari si dimostra compatta e competitiva pronta a lottare con due macchine. Male Bottas, a muro in qualifica impalpabile in gara. Nel complesso la Rossa esce da Melbourne con i muscoli gonfi sia per la vittoria sia per la capacità di portare a podio con entrambe le macchine. Può contare su due piloti in piena forma.

Hamilton oggi è rimasto solo. La strategia non è stata all’altezza, Bottas è rimasto ben lontano dalle posizioni di vertice. La reazione della Mercedes sarà rabbiosa ma intanto questo piccolo vantaggio di inizio stagione fa morale e classifica. La sfida è appena iniziata


Alessandro Francese

Appassionato di sport, motori e Alfa Romeo ho sempre cercato di fare dei miei interessi un lavoro. Dalla tesi su Gianni Brera al mio impegno quotidiano in una concessionaria, almeno in parte, credo di esserci riuscito. Questo però è solo l'inizio! "Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione di vivere." Cit. Ayrton Senna

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: