Australia: Vettel vince, Melbourne è rossa

Sebastian Vettel vince il Gran Premio d’Australia a Melbourne, sfruttando una strategia vincente su un particolare episodio della gara. Secondo Hamilton, in generale più veloce ma afflitto da problemi tecnici nel finale. Terzo Kimi Raikkonen a completare un podio che fa sorridere la Ferrari.

Una fantastica Ferrari vince il Gran Premio d’Australia, prima prova del mondiale di F1 2018 al circuito Albert Park di Melbourne. La vittoria di Sebastian Vettel è maturata da una serie di cause: la prima è sicuramente il passo della Ferrari, non cosi distante dal ritmo gara Mercedes, e che nella prima parte della corsa ha permesso alle due Rosse di stare vicino alla lepre Hamilton, a dimostrazione del fatto che la mappatura simpaticamente definita “party mode” da Toto Wolff e che ha aiutato Hamilton nel giro monstre della pole di ieri, non è sempre applicabile in gara nell’ottica di una gestione della power unit.

Un’altra delle cause è stata la differenziazione della strategia tra Raikkonen e Vettel, con il finnico che si è fermato decisamente prima del tedesco ai box. Proprio questa differenziazione e un episodio particolare della gara hanno aiutato il tedesco. Si perchè poco prima dello stop di Vettel la gara ha visto l’ingresso di una virtual safety car – poi mutata in safety car reale – che ha permesso a Vettel di sfruttare quei pochi metri dell’ingresso box (non soggetti a limitazione) per recuperare quei metri prezioni su Hamilton – che aveva già “pittato” – e finirgli davanti.

Il proseguio è una lotta a due con Hamilton che tallona Vettel in maniera costante e continua fino a pochi giri dal termine, quando a causa di qualche problema non ancora definito sulla W09, ha dovuto alzare il piede e desistere dai suoi attacchi.

Media preview

Una vittoria pesante per la Ferrari, arricchita anche dal terzo posto di Kimi Raikkonen, sempre consistente in questo weekend e forse meritevole un risultato ancora più positivo. C’è consapevolezza che il ritmo Mercedes mostrato in gara è forse superiore a quello delle Rosse ma oggi la vittoria è tutta della Ferrari.

Nelle posizioni di ricalzo, bene Ricciardo, quarto, e Alonso quinto. Le posizioni sono arrivate anche a causa delle due Haas, le cui gare sono state rovinate per dei problemi ai box (proprio il ritiro di Grosjean è stata la causa della VSC di cui sopra). Deludono Force India e Toro Rosso. Charles Leclerc con l’Alfa Romeo Sauber è giunto tredicesimo.

Prossimo appuntamento tra due settimane in Bahrain.


Francesco Svelto

Non un tifoso della F1... ma un appassionato di tutto ciò che è pure-racing a 4 ruote! Nota bene, ho scritto "pure-racing".