GP Belgio: Mercedes vince in Belgio, ma non convince a fondo

La Mercedes vince in Belgio con Hamilton, ma Bottas è solo quinto.

La Mercedes colpisce anche in Belgio. Dopo un gran premio tirato, Lewis Hamilton ha portato a casa la corsa come previsto. Non ha avuto vita semplice però, complice un Vettel ancora in gran forma. Vediamo la corsa più nel dettaglio.

Al via Hamilton tiene la posizione su Vettel, che tenta di attaccarlo a Les Combes. Il sorpasso non riesce, e l’inglese rimane in testa anche nei giri successivi. Bottas nel frattempo mantiene la terza posizione. Al giro 13 Hamilton passa alle soft, seguito da Vettel due giri più tardi. Questa strategia permette all’inglese di mantenere la prima posizione senza problemi.

Il confronto a distanza prosegue ancora dopo il pit stop, ma il ferrarista non riesce a impensierire Hamilton. Un possibile turning point è l’incidente fratricida tra Perez e Ocon. Safety car in pista e distacchi azzerati. I primi rientrano, e Vettel monta le ultrasoft; Hamilton a sorpresa rimonta le soft.

Alla ripartenza ci si aspettava un Vettel in grado di attaccare seriamente Hamilton, e invece non è così. Hamilton stampa un  tempo in 1’46” e rispedisce indietro Vettel. Da lì alla bandiera a scacchi è ordinaria aministrazione. Hamilton porta a casa la quinta vittoria della stagione e completa un weekend perfetto. Bottas chiude mestamente quinto, senza aver mai brillato.

La Mercedes chiude così un weekend decisamente positivo, ma poteva andare meglio. Hamilton ha avuto un feeling incredibile per tutto il weekend, e di fatto è stato imprendibile per tutti. Solo una Ferrari in gran forma con Vettel ha cercato di tenergli testa, invano. Sia nelle qualifiche che in gara, Hamilton è sempre sembrato in controllo, nonostante un Vettel sempre alle sue calcagna. Il ferrarista non ha mai potuto impensierirlo, soprattutto grazie alla superiorità della power unit Mercedes. Bottas invece è stato incolore, incapace di esprimere il suo potenziale, e ora questo risultato può definire del tutto le gerarchie in casa Mercedes. Ora si punta tutto su Hamilton.

Tra pochi giorni si va a Monza, dove probabilmente il copione sarà simile. Mercedes avrà a suo favore la grande potenza della power unit, mentre la Ferrari avrà dalla sua il pubblico di casa. Sappiamo bene quanto l’aria di casa faccia bene alla Ferrari. Si prospetta un weekend di fuoco, e un finale di stagione altrettanto rovente.


Marco Bottamini

Seguo la F1 dal 2000, GP di Suzuka... Da allora, il mio amore per la regina del motorsport è diventato indissolubile. Ogni domenica è un rito, un brivido, un'emozione, sull'onda della velocità.