GP Belgio: il podio chiama, Ricciardo risponde
 

 


GP Belgio: il podio chiama, Ricciardo risponde

Ennesimo podio stagionale per Daniel Ricciardo nel GP del Belgio. L’australiano ancora una volta porta a casa il miglior risultato possibile, con una Red Bull che non può far nulla contro Mercedes e Ferrari.

Tra gli MVP di giornata per quel che riguarda il GP del Belgio c’è senza ombra di dubbio Daniel Ricciardo. Il pilota della Red Bull sul circuito di Spa Francorchamps ha conquistato il suo sesto podio stagionale, disputando una gara a dir poco grandiosa. Si sa che questo GP sarebbe stato molto difficile per il team Red Bull, eppure il pilota australiano ha ottenuto un terzo posto che equivale quasi come una vittoria.

 

Ricciardo partendo dalla sesta casella, ha approfittato dell’ennesimo ritiro del team-mate Max Verstappen per issarsi in quinta posizione. Poi al rientro dalla prima sosta ai box è riuscito a tenere un buon passo, sfruttando al meglio la mescola super-soft. Poi con l’ingresso della safety car (per ripulire la pista dai pezzi lasciati dal contatto dei due della Force India), il pilota di Perth è rientrato ai box montando la mescola ultra-soft.

Poi Ricciardo al re-start ha compiuto un sorpasso capolavoro ai danni della Mercedes di Bottas, in fondo alla staccata del rettilineo del Kemmel, con una staccata all’ultimo come sa fare l’australiano. Poi negli ultimi giri è stato molto bravo e determinato nel difendersi dagli attacchi di Kimi Raikkonen. Giungere terzi davanti al duo finlandese Raikkonen-Bottas è un’impresa, se si considera il gap tecnico della Red Bull nei confronti di Mercedes e Ferrari.

Eppure ogni qualvolta gli si presenta una qualche minima chance, Ricciardo riesce sempre a concretizzare al massimo le sue possibilità. La Red Bull dovrebbe fargli un monumento al pilota australiano, perchè senza di esso il team di Milton Keynes sarebbe molto più indietro nelle classifiche piloti e costruttori.

Max Verstappen magari avrà qualcosa in più in termini di talento e velocità, ma il rendimento in gara di Ricciardo è fuori discussione, a prescindere dai numerosi ritiri per problemi tecnici occorsi a Verstappen. Ricciardo sa di non poter pretendere di lottare alla pari con Ferrari e Mercedes, però egli non molla mai, mettendoci molto del suo per ottenere questi risultati.

Tra sette giorni arriva il GP d’Italia a Monza, e questa sarà un’altra gara dove la Red Bull dovrà subire lo strapotere di Mercedes e Ferrari. Anche se, con un Daniel Ricciardo così in forma, è lecito aspettarci qualche altra sorpresa nella corsa brianzola. Sperando anche in qualche step evolutivo da parte di Red Bull e Renault per la corsa più veloce del mondiale.

Alberto Murador


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".

Lascia un commento