F1 | GP Spagna: Hamilton vince col fiatone ma la Ferrari è da mondiale.

 In Spagna si è corsa una delle gare più avvincenti degli ultimi anni. L’ha spuntata Hamilton sulla Ferrari di Vettel. Decisiva la strategia, fondamentale Bottas. Il Mondiale 2017 sarà infiammato dalla sfida Hamilton Vettel, una nuova pagina di storia sta per essere scritta.

L’appuntamento spagnolo era fondamentale nell’economia di questo mondiale. Le monoposto si presentavano con aggiornamenti e novità atte a tentare la fuga sull’avversario. Appariscenti le modifiche della Mercedes. Più nascoste nell’anima della SF-70 quelle della Ferrari.

Se la gara è andata ad Hamilton l’altra indiscutibile verità è che la Ferrari è pronta a lottare per il Mondiale. Ora la rossa è matura e consapevole della propria forza.

Sullo sfondo uno scontro straordinario ruota a ruota tra due piloti che si dividono 7 titoli mondiali. Hamilton-Vettel, Mercedes- Ferrari è un duello tra titani che scriverà una nuova pagina della storia della F1.

I due si sono cercati e pizzicati a parole sulla griglia al sabato dopo le qualifiche. Si sono ritrovati in pista vicini fino a sfiorarsi in un leggero contatto. Un ruota a ruota che ha infiammato il pubblico e che ha fatto intendere quale sarà il trend di questo campionato, una lotta punto su punto. Ferrari e Mercedes sono due monoposto che quasi si equivalgono guidate dai due piloti oggi più forti in griglia. (Alonso a parte il quale però sappiamo non poter competere.)

A volte Hamilton spegne la luce come a Sochi ma ieri a saputo zittire ogni dubbio. Impressionanti i suoi team radio in cui affaticato come non l’abbiamo mai sentito comunicava con il suo box. Segno che non si è risparmiato, segno che queste macchine portate al limite sottopongono a sforzi pazzeschi, segno che la Ferrari è fortissima.

Nell’economia della gara ha pesato la scelta della Ferrari di anticipare la prima sosta. Vettel così è ritrovato nel traffico, agevolmente superato, finché si è imbattuto in Bottas che ha legittimamente svolto gioco di squadra a favore di Hamilton.

Nel finale quando Hamilton ha sorpassato Vettel l’ha fatto in un momento in cui le sue gomme rendevano al meglio. Se Vettel non avesse perso quei secondi preziosi con Bottas forse l’esito della gara poteva essere diverso.

La Ferrari ha dimostrato di avere il ritmo per giocarsela in ogni pista. Sarà un mondiale combattuto punto su punto in cui l’episodio o la singola strategia farà la differenza. In quest’area la Ferrari dovrà crescere.

Peccato per Raikkonen toccato al via e costretto al ritiro. Si va a Monaco con ottimismo.

 

Alessandro Francese

Appassionato di sport, motori e Alfa Romeo ho sempre cercato di fare dei miei interessi un lavoro. Dalla tesi su Gianni Brera al mio impegno quotidiano in una concessionaria, almeno in parte, credo di esserci riuscito. Questo però è solo l'inizio! "Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione di vivere." Cit. Ayrton Senna