F1 | GP Monaco: Sebastian Vettel e il volto della vittoria

Vince Sebastian Vettel nel principato. Solida prova del tedesco che allunga in classifica iridata. E ora davvero si può sognare.

di Giulio Scaccia  

Doppietta Ferrari a Montecarlo. Era dal 2001 che la Ferrari non vinceva nel principato ed anche allora fu una doppietta. Primo Sebastian Vettel, secondo Kimi Raikkonen. I volti sul podio non sembrano quelli della doppietta: Raikkonen scuro, Seb raggiante, ma tant’è. Il tedesco della Ferrari con la sua terza vittoria stagionale porta a 25 punti il suo vantaggio su Lewis Hamilton, oggi solo settimo e sempre invischiato nel traffico di una gara che praticamente non ha visto nessun sorpasso.

Ieri il volto di Seb non era dei migliori. Era andato come un missile nelle prove libere ma poi Kimi era stato davanti durante tutte le prove ufficiali. Il finlandese era stato perfetto mentre Vettel con una sbavatura al Loews gli aveva consentito  “solo” di agguantare una seconda posizione ma che però significava una prima fila tutta Rossa.

In partenza Vettel ha contenuto Bottas poi la sosta di Raikkonen, forse anticipata, anche se c’è da dire che il finlandese aveva rallentato negli ultimi giri con le sue gomme UltraSoft e Vettel oltre a Bottas ed alle Red Bull erano vicino.

Kimi si ferma al 34°, tornando in pista alle spalle di Button e Werhlein; Vettel inizia a martellare, mettendo a segno giri sempre più veloci fino 1:15.587 del 38° passaggio al traguardo.

Dopo la sosta di Kimi al 34° giro, Seb ha tirato fuori dal cilindro un overcut con tree giri veloci, uno velocissimo: con gomme usate ha inanellato tre giri da 1:15. La sua migliore performance  1:15.587. Poi al 38° giro la sosta. Questo è bastato per farlo uscire dopo il pit stop di un soffio davanti a Raikkonen che nel frattempo era anche rallentato dal traffico in pista.

La gioia di Seb si esprime alla fine nei team radio, sul podio e nelle interviste. Ecco le sue parole al termine della gara:

E’ una vittoria incredibile, al termine di una gara intensa. Speravo di partire meglio di Kimi ma non è stato possibile e ho dovuto avere pazienza. Poi nella prima fase le gomme scivolavano e Bottas ci stava riprendendo. Nel secondo stint le gomme hanno dato ottime sensazioni e ho spinto al massimo. Ho sfruttato le gomme e sono finito davanti dopo la sosta. Poi ho controllato la gara, dopo la safety è stato tutto più difficile ma il team ha fatto un ottimo lavoro. Un weekend fantastico.

La Safety Car è stata infatti l’unica variabile ben gestita dal tedesco. Il resto un trionfo. Peccato per il volto scuro di Kimi sul podio ma questa è una doppietta che vale tanto.

Sebastian Vettel allunga nel mondiale piloti e nel mondiale costruttori la Ferrari supera la Mercedes.

Vettel è il felice interprete di una splendida Ferrari. Ora i tifosi possono sognare.


Giulio Scaccia

Giornalista ed appassionato, seguo la Formula 1 dal 1978. Da Gilles Villeneuve a Michael Schumacher, sempre la Ferrari nel cuore.