F1 | GP Giappone: Mercedes vince gara e mondiale costruttori

Rosberg porta a casa una vittoria facile per la Mercedes, Lewis Hamilton  sbaglia alla partenza e rimonta fino al terzo posto. Per la casa di Stoccarda è il terzo mondile costruttori consecutivo.

Ancora una volta, la gara della Mercedes è a due facce.  Il destino dei due piloti si decide in buona parte alla partenza: Rosberg parte bene e mantiene la prima posizione, mentre Hamilton  scivola su una macchia di bagnato e si fa superare da diversi piloti, fino a trovarsi all’ottavo posto. Il pilota tedesco dal primo giro imposta la sua gara a suon di giri veloci e mantiene un buon vantaggio sul pilota della Red bull Max Verstappen.  Fa due pit stop senza problemi, montando gomme hard, e va a vincere senza essere impensierito dal giovane olandese. Rosberg così ottiene la quarta vittoria consecutiva e allunga a 33 punti di vantaggio su Hamilton.

mercedesIl pilota inglese, invece, deve rimediare ai guai che si è creato da solo. Deve rincorrere i piloti davanti a lui – Hulkenberg, Ricciardo e Raikkonen – e fatica fino al pit stop, poi passa alle gomme hard è il suo passo cambia nettamente. Sorpassa facilmente Raikkonen al pit stop, Ricciardo, Hulkenberg, le due Williams e si lancia all’inseguimento di Vettel. Hamilton si avvicina al tedesco della Ferrari e lo sorpassa dopo il secondo pit, ancora su gomme hard, anche grazie alla strategia sbagliata della Ferrari. L’inglese mantiene il terzo posto è rimonta anche su Verstappen, ma il pilota olandese si difende bene. L’inglese prova un attacco disperato al penultimo giro, senza successo, e deve accontentarsi del terzo posto.

Da una parte quindi abbiamo un Rosberg che non sbaglia un colpo, concentrato, veloce e mentalmente forte, oltre che affamato; dall’altro un Hamilton non perfettamente focalizzato e incline all’errore, specie in partenza. Sono ben 6 le partenze sbagliate quest’anno, che unite ai molti problemi tecnici rischiano di far perdere il mondiale a Hamilton, a favore di Rosberg.

La Mercedes vince anche il suo terzo titolo mondiale costruttori. Un dominio assoluto negli ultimi tre anni che ha annichilito gli avversari.


Marco Bottamini

Seguo la F1 dal 2000, GP di Suzuka... Da allora, il mio amore per la regina del motorsport è diventato indissolubile. Ogni domenica è un rito, un brivido, un'emozione, sull'onda della velocità.