F1 | Monza, Vettel e la Ferrari puntano in alto
 

 


F1 | Monza, Vettel e la Ferrari puntano in alto

Monza, finalmente il giorno delle prime prove libere che danno il via al Gran Premio d’Italia. Vettel e la Ferrari vogliono cancellare SPA e cercare un risultato importante.

di Giulio Scaccia

La sconfitta di domenica scorsa in Belgio brucia. Finalmente in prova si era vista una Ferrari competitiva. Poi il disastro alla prima curva. Non è una buona stagione per Sebastian Vettel, non certo quella che lui e i tifosi della Rossa si aspettavano. Nessuna vittoria, una vettura in ritardo di prestazioni e lui, Seb, non sempre all’altezza di quello che si aspettano i tifosi e la scuderia da lui.

La Ferrari in un circuito da basso carico aeridinamico dovrebbe nascondere le sue pecche. Gli sviluppi ultimi al diffusore posteriore sembrano funzionare anche se ancora non è dato sapere se verrano spesi i tre gettoni per lo sviluppo della parte endotermica della power unit.

ferrari_monzaVettel nell’incontro con i tifosi a Milano è chiaro nelle sue posizioni, e determinato. A Seb serve un risultato:

Qui a Monza abbiamo buone opportunità di salire sul podio e forse anche di più. Noi vogliamo sempre lottare per il campionato, finora non siamo abbastanza veloci ma stiamo lavorando per cambiare. Siamo tutti carichi a mille ma ci vorrà ancora un po’ di tempo.

La Ferrari non può certo azzerare il ritardo dalla Mercedes ed ora anche da una Red Bull molto vicina se non davanti. Monza dovrebbe non essere troppo favorevole alle vetture angloaustriache. E la Ferrari conta anche sulla spinta del suo pubblico.

Monza è stata spesso dolce con la Ferrari. La Rossa e i suoi piloti, Vettel in particolare, hanno bisogno di un risultato positivo.

Seb questo lo sa:

Monza arriva al momento giusto perché abbiamo bisogno della spinta dei tifosi.

Già un podio sarebbe importante. Una vittoria ancora meglio. Il popolo di Monza spera. E anche tutto il team Ferrari.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Giulio Scaccia

Giornalista ed appassionato, seguo la Formula 1 dal 1978. Da Gilles Villeneuve a Michael Schumacher, sempre la Ferrari nel cuore.

Lascia un commento