F1 | GP Singapore: Mercedes e Red Bull forti, ma la Ferrari spera

Il venerdì a Singapore ha rispettato in gran parte i pronostici della vigilia. Mercedes e Red Bull con grosso potenziale, ma la Ferrari non è lontana.

di Giulio Scaccia

Sempre spettacolare la vista del circuito di Marina Bay. Le PL1 e PL2 hanno visto protagoniste le Mercedes, con Rosberg che ha staccato il tempo migliore ma le Red Bull hanno dimostrato un passo gara estremamente consistente. Vicine le Ferrari, con Raikkonen che è sembrato più a suo agio rispetto a Vettel ma occorre nei fatti capire che lavoro hanno svolto i piloti.

Al termine delle prove il più fiducioso in casa Ferrari è il finlandese che ha chiuso la seconda sessione a due decimi dalla Mercedes di Nico Rosberg. Il pilota della Ferrari ha fatto anche dei buoni long run:

Ecco cosa racconta Kimi:

Credo che la seconda sessione sia stata molto buona, mentre le FP1 sono state un po’ più complicate. Nelle FP2 invece la macchina aveva una buona guidabilità, quindi non male. Non saprei quale sia l’avversario più temibile qui, se Mercedes o Red Bull; oggi abbiamo avuto delle buone sensazioni, sicuramente però possiamo ancora migliorare per domani. E’ stata forse un po’ più dura sul giro secco rispetto ai long run però vediamo dove saranno gli altri. Come prima giornata non è andata affatto male, quindi continuiamo così.

vettel_ferrari_monzaSebastian Vettel ha chiuso al quinfo posto, come lo scorso anno tra l’altro. Il tedesco  della Ferrari, a differenza di Kimi,  impegnato con le mescole rossa e viola, nelle PL2 ha lavorato specialmente sulla gomma soft, cercando forse anche una alternativa strategica.

Al termine della giornata a Marina Bay ecco le parole di Seb:

Nel complesso non è andata male. Nelle Libere 2 ho faticato un po’ con il bilanciamento ma si può comunque dire che abbiamo avuto una buona giornata. Qui è molto difficile superare, quindi cercheremo ovviamente di ottimizzare la macchina in ottica Qualifica. Ora abbiamo ancora parecchi dati da esaminare tra questa sera e domani pomeriggio, quando ci sarà ancora una sessione di Libere: faremo qualche altro giro e vedremo se saremo tutti vicini e avremo buone possibilità di ottenere una posizione. Credo che entrambe le squadre siano sembrate molto forti. La Mercedes è sempre la favorita, quindi noi saremo sulla stessa barca insieme a Red Bull. Cercheremo di sfruttare tutto al massimo sperando che le cose vadano nel modo giusto e allora potremo anche puntare alla prima fila.

Insomma come avevamo scritto ieri un cauto ottimismo. Vedremo domani se il lavoro fatto oggi darà ancora frutti migliori.


Giulio Scaccia

Giornalista ed appassionato, seguo la Formula 1 dal 1978. Da Gilles Villeneuve a Michael Schumacher, sempre la Ferrari nel cuore.