F1 GP Austria, a Zeltweg Rosberg domina e riapre i giochi

Zeltweg, 21 giugno 2015 – Rosberg vince quasi a sorpresa la tappa austriaca e riporta il distacco su Hamilton a 10 punti, dominando la gara dall’inizio, quando brucia Hamilton allo scatto, alla fine, mentre Hamilton, nel recupero, incappa in una penalità di 5 secondi e deve dire addio ai sogni di gloria. Terzo un ottimo Massa, che si tiene dietro Vettel, mentre Raikkonen spinge fuori pista Fernando Alonso nel corso del primo giro e chiude anzitempo la gara di entrambi.

Rosberg brucia Hamilton allo scatto e lo supera subito dopo il via, mentre Alonso e Raikkonen sono protagonisti di uno spettacolare incidente nelle fasi iniziali e viene fatta uscire la safety car, con Kvyat che ne approfitta e va ai box. Dopo 5 giri spegne le luci e torna ai box. Rosberg tenta da subito di fare la lepre. Button nel corso del nono giro rientra ai box e si ritira. Ericsson viene intanto penalizzato per la partenza anticipata. Una delle poche emozioni dei primi giri è l’uscita di pista di Romain Grosjean, che rientra subito dopo.

Dopo 11 giri, Hamilton si sveglia e inizia a recuperare qualcosa su Riosberg.

Al 15. giro, Bottas supera Verstappen, mentre un altro duello si accende tra Perez e le due Lotus. Al 21. Giro si ritira Marcus Ericsson, sul rettilineo d’arrivo. Il vantaggio di Rosberg su Hamilton, intanto, riprende ad aumentare e si porta sui 3 secondi, mentre Bottas si mette nel mirino Hulkenberg e lo supera all’esterno al 25. Giro. Il tedesco, vincitore a Le Mans, si ferma ai box mentre per Sainz ci sono problemi al pit-stop.

Al 27. Giro, bel sorpasso di Grosjean su Nasr, mentre anche dopo il pit-stop il duello tra Hulkenberg e Bottas riprende, così come quello in casa Red Bull tra Kvyat e Verstappen. E nel corso del 32. Giro il russo sib fa superare prima da Verstappen e poi da Grosjean.

Il primo tra i top driver a fermarsi è Rosberg, al 34 giro, seguito una tornata dopo da Massa e Hamilton. Rosberg, intanto, piazza il giro record e mantiene il vantaggio. Hamilton viene seguito da Vettel e Grosjean, mentre il compagno di team Maldonado viene pressato da Bottas.

Al 37 esimo giro Vettel al Pit-stop viene attardato da un problema alla posteriore destra, non si riusciva a serrarla e si perdevano così circa 10 secondi.

Sainz viene costretto al ritiro, mentre su Hamilton incombe la penalità di 5 secondi per avere attraversato la linea all’uscita dei box. Il vantaggio di Rosberg su di lui sale a quasi 6 secondi, mentre Massa  è in recupero sull’inglese. Nasr e Kvyat si rendono protagonisti di un bel duello nelle fasi centrali della gara, con il russo che sembra entrato in crisi, visto che viene attaccato anche da Perez. Si ferma anche Ricciardo, mentre Perez sopravanza nasr e guadagna la zona punti.  Ericsson si ferma al 46. Giro. Massa che sembrava lanciato all’inseguimento di Hamilton ora deve guardarsi dall’arrivo di Vettel, mentre anche Ricciardo deve guardarsi dall’arrivo di Maldonado, che nel corso del 51. Giro lo passa all’esterno.

Al 52. Giro Ricciardo, che viene penalizzato, si ferma ai box per il cambio gomme. Massa e Vettel, intanto, fanno l’elastico, con il brasiliano che tenta di scappare ma viene ripreso da Vettel. Continua il duello tra Ricciardo e Nasr, mentre tra Massa e Vettel il distacco è sceso a 3 decimi. Si accende anche il duello tra Verstappen e Maldonado, con l’olandese che prima con una finezza sventa l’attacco del venezuelano e poi finisce fuori pista. Rosberg, intanto, va a stravincere la gara, davanti a uno spento Hamilton, mentre Massa tiene a bada Vettel.

Pos Pilota Scuderia Distacco
1 Nico Rosberg Mercedes 1h 30:16.930
2 Lewis Hamilton Mercedes +13.8s
3 Felipe Massa Williams-Mercedes +17.5s
4 Sebastian Vettel Ferrari +18.1s
5 Valtteri Bottas Williams-Mercedes +53.6s
6 Nico Hülkenberg Force India-Mercedes +64.0s
7 Pastor Maldonado Lotus-Mercedes 1 Lap
8 Max Verstappen Toro Rosso-Renault 1 Lap
9 Sergio Pérez Force India-Mercedes 1 Lap
10 Daniel Ricciardo Red Bull-Renault 1 Lap
11 Felipe Nasr Sauber-Ferrari 1 Lap
12 Daniil Kvyat Red Bull-Renault 1 Lap
13 Marcus Ericsson Sauber-Ferrari 2 Laps
14 Roberto Merhi Manor-Ferrari 3 Laps
15 Carlos Sainz Toro Rosso-Renault Ritiro
16 Romain Grosjean Lotus-Mercedes Ritiro
17 Jenson Button McLaren-Honda Ritiro
18 Will Stevens Manor-Ferrari Ritiro
19 Kimi Räikkönen Ferrari Incidente
20 Fernando Alonso McLaren-Honda Incidente


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Cristian Buttazzoni

"Life is about passions. Thank you for sharing mine". (M. Schumacher) Una frase, una scelta di vita. Tutto simboleggiato da un numero, il 27 (rosso, ma non solo)

Lascia un commento