F1 | GP Brasile: la Mercedes dei record

9 Novembre 2014 – Ennesimo trionfo per la Mercedes, il team tedesco si appresta a conquistare il titolo piloti, e lo fa distruggendo record su record. Vediamo i commenti di Lewis Hamilton e Nico Rosberg al termine della gara di San Paolo.

nico-rosberg-lewis-hamilton-brazilian-grand-prix_3227320Poleman dell’anno: è questo il titolo conquistato da Nico in questo weekend, è lui infatti ad aver raggiunto il massimo ottenibile dalla W05 in qualifica. Il premio per le pole però non può appagare la fame di successo di cui tanto si è parlato durante tutto il campionato. Rosberg è soddisfattissimo al termine di un weekend che lo ha visto sempre in prima posizione, nelle libere, in qualifica e anche in gara. Assapora il successo, sorride sul podio e al compagno di squadra, segno che il rispetto c’è ed è ancora intonso, ma il titolo che conta è quello che si deciderà ad Abu Dhabi.

È stato un grande weekend, ho imparato molto da Austin, e questa volta ho mantenuto il giusto distacco. Non ho lasciato modo a Lewis di avvicinarsi troppo. Ha guidato benissimo e mi era sempre incollato, ma ad un certo punto si è girato, questo mi ha dato modo di rilassarmi per un pò e conservare gli pneumatici per l’ultima parte dello stint. È stato un grande weekend per il team, e sono molto contento anche per Felipe, i fan brasiliani sono fantastici. Ora ci giocheremo tutto ad Abu Dhabi, e sono ancora convinto di potercela fare. Ovviamente mi servirà un aiuto di Felipe, Valterri o Lewis stesso.

Grande gestione della pressione da parte del tedesco, attributo riconosciutogli anche da Toto Wolff che tuttavià si limita a sottolineare la forza psicologica del secondo classificato mondiale.

nico-rosberg-lewis-hamilton-brazilian-grand-prix_3227320Ma la gara di oggi verrà ricordata anche per la tenacia, e forse per il senso del limite di Hamilton. Parte bene, mantiene la posizione e cerca subito di mantenere il distacco con il tedesco, gli rimane sempre entro il secondo, sopratutto nelle fasi finali. Hamilton è un animale in gara, ed è anche l’ autore del giro più veloce, uno stratosferico 1.13.555 che però non gli vale il primo posto. Perde la sua chance di vittoria durante le fasi di pit stop, Rosberg da strategia entra per primo, Lewis tenta di sopravanzarlo spingendo al massimo nel giro prima dei box, potrebbe farcela, ha circa 23 secondi di margine, ma chiede troppo, fa un altro giro, e ciò che resta della mescola degrada fino al cliff, portandolo al testacoda.

In sintesi si tratta dell’ennesima performance stupefacente del team Mercedes che si avvicina ad infrangere il record di vittorie stagionali detenuto da Ferrari e a conquistare, in un ultima esplosiva gara, il titolo piloti.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento