F1 | Svelato il circuito di Baku per il 2016

11 Ottobre – Bernie Ecclestone, ed Azad Rahimov, Ministro della Gioventù e dello Sport dell’Azerbaijan, hanno svelato martedì 7 Ottobre, il layout del nuovo circuito stradale di Baku. La città ospiterà il gp d’Europa di F1 a partire dal 2016.

Si sa già da un po’ di tempo, il 34° paese nella storia, ad ospitare un’edizione di un gp di F1 è l’Azerbaijan nel 2016. Ignoto invece, era il layout del tracciato, sede del futuro Gp d’Europa. Martedì scorso, è arrivato il disegno definitivo del tracciato, ovviamente progettato dal solito Hermann Tilke, architetto di fiducia di Ecclestone.

BAKU street circuit

Come di conseueto il tracciato di  Tilke ha molti tratti in comune con gli altri da lui stesso disegnati. Un “cosidetto” Tilkodromo. Il layout del tracciato, è stato progettato per mettere in risalto gli scenari che offre la città di Baku, esaltando la parte sviluppata e la zona antica della città.

Il circuito sarà lungo 6006 m e si percorrerà in senso anti-orario, con 12 curve a sinistra, e 8 a destra. Una delle  caratteristiche, sicuramente non comune  in un tracciato cittadino, è il lunghissimo rettilineo di oltre 2 km che porterà sino alla linea del traguardo, tratto in cui si raggiungeranno velocità molto elevate, circa 340km/h. Non meno suggestivo è il tratto della pista che corre lungo le antiche mura della città, un percorso in salita che premierà i piloti più coraggiosi con l’acceleratore. Si calcola che la percorrenza media di ogni singolo giro per la F1, sarà di circa 208 km/h.

Quello di Baku è un tracciato da medio carico aerodinamico, ciò in virtù della disomogeneità tra i settori del tracciato stesso. Nella prima parte del tracciato ci sono 3 rettilinei in successione, interrotti solamente da 3 curve ad angolo retto molto lente. La seconda parte invece è caratterizzata da un susseguirsi di curve tecniche, servirà avere una monoposto ben bilanciata e con tanto carico aerodinamico. La parte finale richiederà invece una buona trazione in uscita dalle curve, fondamentale per sfruttare i 2 rettilinei che portano al traguardo. Questi due tratti divisi tra loro da curve piuttosto impegnative, metteranno a dura prova anche l’impianto frentante, che risulterà quindi estremamente sollecitato, come accade spesso nei tracciati di questo tipo.

Sarà sicuramente molto suggestivo ed affascinante, il fatto che il circuito fiancheggerà sia il Mar Caspio, sia l’antica Città Murata,  facendo così da splendida cornice alla gara, cosa che certamente gli spettatori da casa potranno apprezzare.

Naturalmente, entusiasti del progetto Bernie Ecclestone, ed il Ministro della Gioventù e dello Sport azerbajigiano Azad Rahimov:

” Sappiamo che ci saranno delle difficoltà, ma con la collaborazione di tutti sappiamo di poter garantire un evento senza precedenti nella storia del nostro Paese e della F1, per il 2016 saremo pronti ad ospitare il nostro Gp; affermando ulteriormente l’Azerbaijan come una Nazione moderna, colgo l’occasione di ringraziare Bernie Ecclestone per la sua disponibilità nel venire qui, nonostante la sua agenda sia sempre piena di impegni, e vorrei ringraziare pure Hermann Tilke per la professionalità fin qui dimostrata. “ Ha affermato il Ministro Rahimov.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".