F1 | Boullier : “La Red Bull può aver usato messaggi in codice via radio”

22 settembre 2014 – Si sapeva che queste nuove limitazioni ai team radio avrebbero causato fin da subito dei problemi e ne è arrivata la conferma dopo poche ore. Secondo la Mclaren la Red Bull ha usato ripetutamente messaggi dal doppio fine nei suoi comunicati radio con i piloti.

_W2Q2705Il primo a sollevare dei dubbi è Eric Boullier in merito alle comunicazioni tra il box della Red Bull e il pilota australiano Daniel Ricciardo. Nello specifico, sul finale di gara, è il team manager francese a ritenere “codificato” il messaggio con la qual l’ingegnere di Ricciardo invita il suo pilota a stare lontano dai cordoli per evitare problemi alla batteria.

Ecco nello specifico le parole di Eric Boullier ” Abbiamo modo di ritenere che tra il muretto della Red Bull e Daniel Ricciardo ci siano stati dei messaggi in codice. La nostra è un’ipotesi, ma spetta alla Fia fare luce sul caso. In particolare, abbiamo molti dubbi quando l’ingegnere comunicava via radio a Ricciardo di non passare sui cordoli. Una volta sarebbe stato Ok. Il Problema è che il messaggio è stato ripetuto due o tre volte, e questo ha alimentato i nostri dubbi

Nel giro di poche ore, è arrivata la risposta direttamente dal box della Red Bull. Chris Horner, pare, sia andato di spontanea volontà alla direzione gara, a specificare l’accaduto, ancor prima che arrivasse la segnalazione di Boullier.

In particolar modo, Horner ha dichiarato: ” Terminata la gara, siamo andati in direzione gara a parlare con Charlie Whiting. Abbiamo specificato che le dichiarazioni radio tra l’ingegnere e Daniel erano dovute ad un problema alla batteria. Saltando sui cordoli, le vibrazioni causavano un calo di tensione da parte della batteria che, a sua volta, faceva perdere potenza alla vettura. Ecco perchè abbiamo ricordato più volte a Ricciardo via radio di stare lontano dai cordoli; anche perchè in una fase tirata di gara è facile perdere la concentrazione e dimenticarsi degli avvisi. Charlie è stato molto sensibile, e ha saputo trovare il giusto equilibrio tra l’accaduto e le nuove direttive FIA

La FIA, ha comunque specificato che messaggi radio tra Ricciardo e il muretto erano in linea con le nuove direttive. Le limitazioni sui team radio devono ancora entrare in vigore, ma come si vede sembra già ci sia una certa confusione.



1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Luca Sarpero

28 anni di vita e 29 passati ad amare la Formula 1. Senza se e senza ma. Amante del web per passione, storico di F1 per vocazione.

Lascia un commento