F1 | Il borsino dei team a poche ore dall’inizio delle prove libere

Melbourne, 14 marzo 2014 – Qual è lo stato di forma dei team all’immediata vigilia delle prime prove libere di Melbourne? In questo articolo si potrebbe provare ad azzardare qualche previsione, analizzando anche gli ultimi risultati dei test in Bahrain. I test sembrano aver suddiviso il gruppo, seppure con qualche differenziazione, in 3 grossi gruppi, a seconda del propulsore che montano.

Nico Jerez Test 1Nelle prime posizioni, due team emergono su tutti gli altri e sembrano avere le carte in regola per dominare la stagione: la Mercedes e la Williams. Infatti, anche nell’ultima sessione di test i due team motorizzati dalla Casa tedesca hanno portato a termine un’enorme quantità di chilometri, dimostrando affidabilità da un lato e prestazioni di assoluto prestigio dall’altro: Massa, Bottas, Rosberg e Hamilton hanno a più riprese tentato (riuscendoci) di demolire il record della scorsa stagione e si sono dimostrate pronte al primo appuntamento stagionale.

perez-bahrainBene anche la Force India, motorizzata Mercedes, che nei primi due giorni di test dell’ultima sessione ha fatto segnare il miglior tempo con Perez, prima di essere sopravanzata dalla Williams di Massa. La McLaren, che nelle prime sessioni ha convinto, in quest’ultima tornata di test pare aver badato più all’afodabilità che alla ricerca della prestazione sul giro secco (complici anche i piccoli problemi di convivenza con la Mercedes, alla sua ultima stagione da motorista sulla monoposto di Woking.

Per quanto riguarda la Ferrari, l’ultima tornata di test non ha soddisfatto né Alonso né Raikkonen, che si sono lamentati di non essere riusciti a esprimere prestazioni convincentiraikk-bahrain sulla F14-T, sebbene nel complesso abbiano comunque garantita una buona dose di affidabilità nonostante alcuni problemi di natura elettrica. Marussia e Sauber hanno condiviso con la Rossa questi problemi dovuti alla gestione delle Power Unit, anche se nonostante questo hanno avuto dei riscontri cronometrici soddisfacenti.

1800323_729830147035158_1376797677_nContinuano i problemi, invece, per quanto riguarda i team Renault, soprattutto in casa Red Bull e Lotus; quest’ultima ha percorso davvero pochissimi giri, sebbene la Renault avesse studiato un nuovo sistema di posizionamento delle componenti della Power Unit. La Red Bull, dopo le lamentele al termine del primo test, si è ritrovata a dover modificare la propria monoposto, allargando le prese d’aria per risolvere i problemi di surriscaldamento. Il depotenziamento deciso dai vertici Renault ne ha comunque condizionato le prestazioni, ma ha permesso nell’ultimo giorno a Vettel di completare 70 giri. Toro Rosso e Caterham, invece, sembrano aver imboccato una strada abbastanza redditizia, accumulando un notevole numero di chilometri e mantenendosi in una zona centrale della classifica dei tempi.

Un’ultima considerazione sulle gomme Pirelli 2014, che ha modificato le proprie mescole in modo tale da garantire una maggiore affidabilità (sono stati infatti consumati meno set di 2014-full-F1-tyre-line-upgomme rispetto al 2013, frutto anche di una scelta prudenziale) data da mescole più dure e carcasse più pesanti e con un maggiore divario tra una mescola e l’altra. E’ stato inoltre rilevato un minore graining e un minore degrado, oltre all’assenza di blistering. Non resta che attendere il via della prima gara per capire per chi sventolerà la prima bandiera a scacchi della stagione.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Cristian Buttazzoni

"Life is about passions. Thank you for sharing mine". (M. Schumacher) Una frase, una scelta di vita. Tutto simboleggiato da un numero, il 27 (rosso, ma non solo)

Lascia un commento