F1 | GP Canada: Conferenza stampa all’insegna del “No comment”

Montreal 6 giugno 2013- Alla tradizionale conferenza stampa del giovedì erano presenti anche i piloti Caterham (per la prima volta insieme) Jean-Eric Vergne e Pastor Maldonado.

In casa Caterham dopo le ottime qualifiche di Giedo Van Der Garde a Montecarlo (15esimo e quindi in Q2) si punta al bis nel Gran Premio del Canada e sulla vettura di Charles Pic si è capita la causa della rottura del cambio.

L’olandese della Caterham ha dichiarato di aver fatto molte prove del tracciato canadese e di non sentirsi svantaggiato nei confronti di altri che la pista di Notre Dame l’hanno guidata più volte nella loro carriera ma tuttavia preferirebbe la possibilità di fare test per crescere come pilota di F1 a tutto tondo.

Jean-Eric Vergne si da al “sociale” facendo da testimonial alla campagna FIA “Makes Roads Safe” presso un politecnico di Montreal e si dichiara entusiasta dell’ottavo posto a Montecarlo ma sopratutto evidenzia ,rispetto al 2012, una  sua crescita esponenziale nelle qualifiche, suo tallone d’Achille l’anno passato.

Per il Gran Premio del Canada le aspettative del francese della Toro Rosso sono di replicare il risultato di Monaco ma rimane da capire fin dove può arrivare una STR-8 altalenante nelle prestazioni

maldonadoPastor Maldonado si dichiara fisicamente ok dopo la gran botta di Montecarlo ma non dimentica di far notare quanto la Williams F1 sia ancora indietro dal punto di vista dell’aereodinamica vero problema della stagione e di voler fare bene visto nel Gran Premio del Canada non conserva bei ricordi nelle 2 edizioni precedenti da lui disputate.

Tutti i piloti di F1 si sono nascosti dietro un gelante e assai politico “No Comment” quando un giornalista inglese ha posto loro la domanda sull’incidente tra Raikkonen e Perez solo al secondo tentativo più “morbido” di un collega canadese Giedo Van Der Garde si è sbilanciando dichiarando: “Conosco il “Checo” Perez dai tempi della GP2 quando correvamo insieme nella Barwa Addax e posso dire che è un combattente nato. Detto questo credo siano cose che capitano in F1″

Intanto ora a Montreal piove il test gomme delle nuove Pirelli è a rischio e allora a quel punto un “no comment” potrebbe anche essere giustificato.

 


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Luca Sarpero

28 anni di vita e 29 passati ad amare la Formula 1. Senza se e senza ma. Amante del web per passione, storico di F1 per vocazione.

Lascia un commento