domenica, Novembre 27, 2022

Monaco: La pista “madre” dei circuiti cittadini

“Monaco è fantastico perché è veramente… è come una danza, un valzer, un valzer in due curve, Si prendono molti rischi, sempre lì, e qui, e là, appena, appena, ed è assolutamente magnifico!”

Così Gilles Villeneuve definì il circuito di Montecarlo dopo la sua vittoria nel Principato nel 1981 con la Ferrari Turbo.

Se il Principato di Monaco è diventato così celebre  nel mondo è senz’altro grazie al suo circuito automobilistico che Antony Noghes ha tracciato un giorno di ottobre del 1927 passeggiando per le strade della sua Monco.

Ma la realtà più  curiosa è il fatto che tutto nasce da un club di amanti della bicicletta: l’SVM, lo Sport Velocipedistico Monegasco creato nel 1890. L’associazione nel 1907 fa un passo avanti inevitabile verso l’automobile e diventa SVAM, Sport Automobilistico e Velocipedistico Monegasco. Lo sviluppo successivo è del 1925 e diventa ACM: Automobile Club di Monaco. L’automobile è ormai troppo importante.

Il nuovo Automobile Club ha qualche difficoltà ad essere riconosciuto ufficialmente dalla Federazione Internazionale dell’Automobile, nonostante che l’associazione organizzi ormai dal 1911 il Rally di Montecarlo. Allora Noghes, commissario generale dell’ACM, lancia una sfida: “ Vi sorprenderò! Fra un anno e mezzo voi vedrete a Monaco una importante prova che meraviglierà il mondo intero”.

Il riconoscimento è concesso ed Antony Noghes inizia a lavorare per organizzare una corsa automobilistica all’interno dello stesso Principato .

E’ lui che ha inventato il circuito del Gran Premio di cui l’attuale tracciato è quasi identico a quello inaugurato nel 1929. Quel tracciato divenuto ormai un classico della Formula 1 e che ha fatto scuola. Quanti circuiti cittadini sono stati creati e continuano a fiorire proprio su quella scia avveniristica!

Ma Monaco, con i suoi saliscendi, resta unico nella storia del massimo Campionato Mondiale. Spesso molto criticato, per l’inadeguatezza ai tempi ed alle tecnologie attuali. Ma pur sempre il Gran Premio più importante dell’anno.

Qualcuno è arrivato a dire che una vittoria a Monaco vale un titolo mondiale! 

Renato Ronco
Renato Ronco
giornalista, specializzato in motoring sportivo e commerciale dal 1963
3,669FollowersFollow
1,150SubscribersSubscribe