domenica, Novembre 27, 2022

F1 | Il motore Ferrari potrà utilizzare i cavalli tolti

Due anni di purgatorio dopo quanto fatto nel 2019. Non si potevano prendere provvedimenti duri nei confronti del team che cullava il pilota della famiglia più influente della Formula 1. Ma ora molte cose sono cambiate e alla Ferrari potrebbero essere riconsegnati i cavalli presi in ostaggio. 

immagine gentile concessione VandoneFilm

Non si è mai capito realmente cosa ci fosse in quel motore Ferrari del lontano 2019. Un propulsore che permetteva a Leclerc di tenere dietro la Mercedes a Monza. Un’unita ibrida che evidentemente aveva trovato nelle pieghe del regolamento qualcosa che poteva permettere di muovergli contro delle accuse di irregolarità, ma allo stesso tempo, rimaneva all’interno del regolamento. Qualcosa, vai a capire, che non si poteva definire e che si poneva sul limite regolamentare. Si poteva forse squalificare sacrificando le vittorie del rampollo della famiglia Todt ma dall’altra c’era ancora qualcosa a cui la Ferrari poteva appellarsi. 

L’idea che si sta facendo largo in queste ore è che si sia data la possibilità agli avversari di adeguarsi alla strada tracciata dalla Ferrari e utilizzare le stesse soluzioni che sarebbero al limite del regolamento mentre alla Rossa sarebbe stato imposto nella stagione uno “stop and go” di due anni in attesa che gli altri potessero riallinearsi prima del congelamento motoristico che terminerà a fine 2025.

A quanto pare la pena è stata scontata e ora la Ferrari potrà tornare ad utilizzare la tecnologia utilizzata senza preoccupazioni. I miglioramenti secondo quanto affermato da molti diretti avversari sembrerebbero evidenti e tangibili. Marko della Red Bull ne ha parlato chiaramente: “In termini di potenza del motore, sembra che la Ferrari ora sia la migliore” ha detto, ma anche Alonso che ha visto in azione la F1-75 in pista a Barcellona ha riferito: “La più veloce?Sembra la Ferrari”. 

In casa nostra invece a parlare apertamente di ritorno ad un potenziale di cavalli decisamente di primo livello è stato Mario Donnini di Autosprint che da me intervistato https://www.f1sport.it/2022/02/f1-donnini-ferrari-dopo-due-anni-di-purgatorio-fia-tornera-a-piena-potenza/ a Pit Talk ha dichiarato: “hanno fatto due anni di purgatorio perché li avevano presi con le mani nella marmellata…  …La FIA dopo il 2019 ha dato meno cavalli” come a conferma di quanto da noi raccolto che si tradurrebbe in una autorizzazione a “riaprire i rubinetti” del gas!  

Antonio Granato
Antonio Granato
F1Tech JO -- Ideatore e Coordinatore di F1sport.it - Ideatore e radio-conduttore di #PitTalk -- ex AZ Technical Engineer -- Contributor: http://ilfattoquotidiano.it and ChronoGP -- FIA accredited Twitter: @antoniogranato www.antoniogranato.com
3,669FollowersFollow
1,150SubscribersSubscribe