F1 | Olanda: Verstappen in pole nel tripudio orange

Qualifiche del GP d’Olanda, tornato in calendario dopo 36 anni dalla sua ultima apparizione nel 1985. E le qualifiche sono un’apoteosi orange per festeggiare la pole del beniamino di casa.


Era Max Verstappen il grande favorito alla vigilia delle qualifiche del GP d’Olanda e il protagonista non ha affatto deluso le aspettative. Da notare che dalle libere di stamattina, Robert Kubica è tornato alla guida della Alfa Romeo al posto di Kimi Raikkonen, il cui tampone effettuato ieri ha dato esito positivo (a rischio anche Monza per lui).

Ad ogni modo durante la sessione, asfalto e ambiente hanno raggiunto temperature mai sperimentate finora e la conseguenza era una fortissima evoluzione dei tempi giro dopo giro. Non ancora chiarito se per questo motivo o per il traffico, fatto sta che Sergio Perez ci ha regalato il primo sussulto della sessione, finendo escluso addirittura in Q1. Il messicano mai si è trovato a sua agio con la macchina dall’inizio del wekeend e domani la gara sarà tremendamente difficile per lui, anche per la conformazione molto particolare della pista.

Q2 invece tormentatissimo con addirittura due bandiere rosse causate dalle due Williams-Mercedes. Carica di tensione invece la Q3, si sapeva che Red Bull e Mercedes fossero vicine e cosi è stato. Verstappen si prende la pole con un supergiro, Hamilton gli arriva a soli 38 millesimi. Sarà battaglia anche domani, cosi come lo è stata negli ultimi appuntamenti iridati. 

Stupenda la prestazione della AlphaTauri di Gasly, quarta e in seconda fila. Tutta Ferrari la terza fila, con un misero centesimo a separare Leclerc e Sainz. Settimo Antonio Giovinazzi. 

 

Classifica completa delle Q: