F1 | Belgio, Ferrari: “Un sabato negativo”

Francorchamps, 28 agosto 2021 – Prosegue il difficile weekend della Scuderia Ferrari nel Gran Premio del Belgio. In una qualifica condizionata dalla pioggia e dalle condizioni mutevoli della pista, entrambi i piloti non sono riusciti a superare il secondo taglio, quello che determina i primi dieci della classifica finale: in Q2 Charles ha ottenuto l’undicesimo tempo (1’57”721), Carlos il tredicesimo (1’58”137).

Focus sulla gara. Rispetto alle prove libere, di ieri e di questa mattina il rendimento della SF21 è leggermente migliorato ma non abbastanza da consentire ai due piloti di poter lottare per le posizioni solitamente alla loro portata. L’attenzione della squadra è già rivolta alla gara di domani, che si preannuncia molto incerta alla luce delle previsioni meteorologiche. Come sempre, l’obiettivo sarà quello di raccogliere il massimo possibile dei punti, cercando di sfruttare tutte le opportunità che dovessero presentarsi.

Leclerc:

È stata una qualifica ovviamente negativa per noi. Un peccato, perché ero piuttosto soddisfatto del bilanciamento della vettura e, complessivamente, il rendimento non era così male considerate le condizioni.
Col senno di poi, forse sarebbe stato meglio ritardare il cambio gomme in Q2 ma è facile dirlo a posteriori. Ora dobbiamo concentrarci sulla gara: sarà dura ma, al tempo stesso, eccitante, con le condizioni meteorologiche che giocheranno un ruolo probabilmente decisivo.

 

Sainz:

Fin qui, questo è stato un weekend difficile, specialmente questo pomeriggio. Ce lo aspettavamo dopo la terza sessione di libere. Non posso essere soddisfatto perché di solito mi piace molto guidare con la pioggia e invece il bilanciamento della vettura e il grip non sono stati buoni. Abbiamo faticato a mandare in temperatura le gomme anteriori e non avevo un buon feeling in frenata. Dobbiamo analizzare quello che è successo.
In definitiva la qualifica si è giocata sulla giusta tempistica nello scendere in pista con le gomme più adatte alla quantità d’acqua che c’era sull’asfalto. Con la pioggia che andava e veniva in ogni momento è stato molto difficile azzeccare tutte le scelte e probabilmente un po’ del potenziale che avevamo in termini di tempo sul giro è andato disperso così, ma è sempre facile dirlo con il senno di poi.
Infine sono sollevato che Lando se la sia cavata senza gravi conseguenze dopo quel terribile incidente. Vediamo come sarà il tempo domani in gara, faremo del nostro meglio per ottenere il miglior risultato possibile.

 

Laurent Mekies

Una qualifica molto inferiore al nostro consueto livello in un fine settimana che, finora, si è dimostrato molto difficile per noi. Non siamo ancora riusciti ad esprimere tutto il potenziale della vettura, né sull’asciutto né sul bagnato, anche se la situazione è leggermente migliorata.
In condizioni che mutavano molto velocemente come quelle di oggi non è mai semplice centrare il momento ideale per fare il tempo, mentre è sempre facile giudicare a cose fatte. Detto questo, le somme di questo weekend le tireremo soltanto domani pomeriggio, dopo la bandiera a scacchi.
Ci attende una gara molto dura, che presumibilmente si svolgerà in condizioni simili a quelle di oggi: sarà quindi prioritario cercare di lavorare con calma e sfruttare al meglio ogni opportunità che dovesse presentarsi.