F1 | Nugnes: “Ferrari ha recuperato potenza ma gli avversari l’hanno persa”

Nella puntata di Pit Talk, Franco Nugnes direttore di Motorsport.com Italia, tra le varie tematiche che si sono affrontate, ha dato il suo parere, in merito ai progressi della Ferrari rispetto alla passata stagione, specificando che a Maranello hanno guadagnato 20 – 25 cavalli, mentre Mercedes e Honda sarebbero stati penalizzati dall’eliminazione delle mappature variabili e da qualcosa che avrebbero dovuto eliminare dalle “zone grigie”.

Nella puntata di Pit Talk, si è parlato nello specifico sui progressi della SF21, rispetto alla passata stagione, evidenziando un incremento delle prestazioni, e, in particolare nel Gran Premio disputato a Montecarlo, dove la Rossa di Maranello ha ben figurato, conquistando il primo podio stagionale con Carlos Sainz Jr.

Il direttore di Motorsport.com Italia :

“La SF21 è migliorata rispetto alla SF1000, certamente non è in grado di lottare per la vittoria ma dove è in grado di esprimersi al  meglio potrà puntare a risultati importanti. L’obiettivo è quello di arrivare davanti alle Mclaren. Credo che a Baku farà bella figura! La differenza di motore tra il 2020 e il 2021 è di 20/25 cavalli. Se misuriamo i valori in campo ora, notiamo che c’è stata una compressione di prestazioni…L’unico dato che emerge è che chi veramente ha dovuto rinunciare a qualcosa sono stati gli altri. Mi viene da pensare che Mercedes e Honda hanno dovuto perdere qualcosa rispetto all’anno e quindi c’è stato un avvicinamento nelle prestazioni a causa di recenti direttive FIA, non solo in termini di mappatura ma proprio sotto il profilo della legalità hanno dovuto togliere qualcosa dalle zone grigie dove navigavano anche loro. E di questo sono quasi certo.”

Franco Nugnes ha dato una spiegazione molto esaustiva, dalla sua dichiarazione si può comprendere molto bene il valore in campo della Ferrari e dei suoi avversari. Ovviamente il duello per la lotta al titolo costruttori rimane una questione tra Mercedes e Red Bull, però il fatto che a Maranello hanno recuperato 20 – 25 cavalli e la scuderia di Brackley e il team di Milton Keynes hanno dovuto diminuire un po’ la potenza. In particolare la Mercedes che da quando è stata introdotta  Monza nel 2020 la mappatura unica, hanno dovuto, modificare i parametri di potenza del motore, in modo da salvaguardare il fattore affidabilità e rimuovere qualcosa che che sarebbe stato anche per loro nella zona grigia del regolamento. Si può dire che è un piccolo premio di consolazione per la Rossa.