F1 | Monaco: Verstappen vince facile, Leclerc che non prende il via

Ferrari nel bene e nel male protagonista del GP di Monaco a Montecarlo. Grande delusione per Leclerc, che non prende neanche il via della gara a causa delle ripercussioni della botta di ieri in qualifica. Per Sainz arriva il primo podio con la Rossa dietro al dominatore Verstappen. Molto male la Mercedes.

di Francesco Svelto |

Max Verstappen vince a Montecarlo favorito anche dal fatto che il principale rivale per la vittoria non ha neanche preso il via. Parliamo ovviamente di Charles Leclerc, fermato dalla sua Ferrari nel giro di schieramento in griglia. O forse è meglio dire che è stato Leclerc a fermare la sua Ferrari. Perché il problema che ha avuto il monegasco e idolo di casa mentre andava a schierarsi in griglia è semplicemente figlio del grossolano errore delle qualifiche di ieri, quando dopo aver ottenuto la pole-position ha stampato la sua SF21 nel guardrail dopo la chicane delle piscine.

Un errore fatale le cui ripercussioni non si sono comprese fino a pochi minuti prima del via. Quella botta ha devastato una bella porzione di retrotreno anche se la Ferrari sostiene ufficialmente che il problema che ha fermato Leclerc prima del via è qualcosa legato alla parte sinistra del semiasse. Fino a stamattina si era in apprensione sotto questo punto di vista ma poco prima del via la stessa Ferrari aveva rassicurato tutti sul fronte affidabilità. Poi le cose sono andate diversamente.

Tuttavia la Ferrari ha anche di che sorridere. Carlos Sainz è arrivato secondo, conquistando il suo primo podio con Maranello. Non ha quasi mai impensierito Verstappen per la vittoria finale, ma il suo passo è stato consistente e mai in sofferenza. Il podio è completato da Norris con la McLaren-Mercedes ma una nota di merito va anche ad uno stoico Sebastian Vettel, quinto al traguardo e in grande spolvero tra le stradine del principato.

Molto male invece la Mercedes che con Hamilton non va oltre la settima posizione e con Bottas è costretta al ritiro per un problema al pit-stop (tragicomica la scena in cui non si toglieva la gomma anteriore destra di Bottas, che ha concluso la sua gara in questo modo).

Note di demerito anche per Tsunoda (all’ennesima gara in difficoltà), Alonso (sempre dietro ad Ocon e senza alcun guizzo degno del suo talento) ed anche Ricciardo (ombra di se stesso e addirittura doppiato anche dal suo compagno di squadra in una delle sue piste preferite).

Prossimo appuntamento tra due settimane a Baku.

https://twitter.com/fia/status/1396482410959806466

Il nostro riepilogo audio/nota vocale del GP di Monaco 2021: 

Ascolta “Cronaca del GP di Monaco 2021” su Spreaker.

Francesco Svelto


Francesco Svelto

Non un tifoso della F1... ma un appassionato di tutto ciò che è pure-racing a 4 ruote! Nota bene, ho scritto "pure-racing".