F1 | Imola: Norris a podio, e la McLaren si conferma terza forza

Ad Imola Lando Norris conquista un grandioso terzo posto con la McLaren. L’inglese ha condotto una gara solida, facendosi così perdonare l’errore di sabato in Q3. Il team-mate Ricciardo è giunto in sesta posizione. Con questo risultato la scuderia di Woking si conferma terza forza del mondiale di F1 dietro a Red Bull e Mercedes.

Dopo aver sfiorato il podio in Bahrain tre settimane fa, la McLaren giunge terza con Norris ad Imola meritatamente. Il pilota inglese è stato autore di una prestazione molto solida e concreta, sfruttando al massimo il potenziale della monoposto motorizzata Mercedes. In pratica Norris si è guadagnato il podio alla ripartenza del GP dopo la bandiera rossa, sfruttando la mescola soft e la grande velocità sul dritto della sua McLaren beffando Leclerc.

Poi nel finale del GP Norris nulla ha potuto contro la superiorità del binomio Hamilton-Mercedes. Tuttavia è riuscito a respingere gli attacchi da parte di Leclerc e Sainz con le Ferrari.

Norris si è fatto così perdonare l’errore di sabato nel corso del Q3, quando i commissari hanno cancellato il “best lap” all’inglese per aver violato i track limits. Partendo dalla settima piazza è stato molto concreto in gara, approfittando di ogni singola opportunità che gli si è presentata nel corso del GP.

L’inglese è stato autore di un weekend super, nonostante un venerdì sottotono. Ma poi già dalle FP3 del sabato si era capito che la McLaren aveva girato con una mappatura conservativa. Non mostrando quindi il vero potenziale della MCL35M.

Un podio che restituisce così alla F1 una grande McLaren, che si conferma terza forza assoluta del mondiale dietro a Red Bull e Mercedes.

Inoltre Norris in questo inizio di stagione sta dimostrando di essere il leader all’interno del team, nonostante abbia un compagno di squadra “ingombrante” come Daniel Ricciardo.

Molto significativo è  stato il fatto che nel corso della prima parte di gara con pista umida, l’australiano su ordine del team abbia lasciato passare il team-mate Norris, con l’inglese decisamente più veloce dell’ex pilota Renault. Ciò dimostra che Ricciardo deve ancora adattarsi al 100% con la nuova squadra.

Ma a prescindere da questo, Norris sta dimostrando tutta la sua maturità in pista in questo inizio di mondiale. L’inglese è riuscito a gestire le gomme morbide molto bene nel finale della corsa. Mentre Ricciardo con la stessa vettura si è preso quasi trenta secondi da Norris! Al momento il confronto è nettamente a favore del britannico ai danni di Ricciardo.

Il che la dice lunga su come Norris riesca a gestire molto meglio gli pneumatici rispetto all’australiano. La cosa si era già verificata nel GP in Bahrain in condizioni diverse rispetto a quelle di Imola.

E se la McLaren dovesse riuscire a fare quello step ulteriore, beh, Norris chissà che non riesca a lottare stabilmente per il podio. Ora dal binomio Norris-McLaren ci si attende un’ulteriore conferma a Portimao tra due settimane.

Alberto Murador


Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: