F1 | Sakhir: Ferrari senza punti e senza Charles Leclerc

Il Gran Premio di F1 a Sakhir termina in maniera deludente per la Ferrari che già dalle prime curve è costretta al ritiro con la vettura di Charles Leclerc, entrata in collisione con la Racing Point di Sergio Perez. Sebastian Vettel conclude la gara in 12esima posizione, ma non basta per ottenere punti.

In una domenica pazza e ricca di colpi di scena, la Ferrari termina la sua gara con l’amaro in bocca. Dopo la splendida qualifica di ieri pomeriggio, Charles Leclerc fin troppo ottimista cerca di piazzarsi dietro le due Mercedes. Un tentativo fallito vista la collisione con Sergio Perez con cui finisce fuori pista. Una mossa azzardata che è costato il ritiro della Rossa numero #16. Ecco le parole del monegasco ai microfoni di Sky Sport:

Quando faccio un errore lo dico. Ho provato a sorpassare Max in frenata e ho visto Checo (Perez, n.d.r.), ma pensavo che rimanesse all’esterno della curva. Sono stato sorpreso che sia rientrato all’interno e ho provato a frenare, poi ci siamo toccati. Max non era arrabbiato, gli avevo solo chiesto se c’era stato un contatto tra noi. Ha solo provato ad evitare Checo.

La speranza era quella di rosicchiare qualche punticino con Sebastian Vettel, unico pilota Ferrari ad essere rimasto in pista. Ennesima gara anonima per il quattro volte campione del mondo che non brilla particolarmente e termina infatti in dodicesima posizione, fuori dalla zona punti.

Il tedesco partito con gomma gialla si ferma per il primo pit-stop dopo 33 giri in favore della hard, per poi sostare nuovamente ai box approfittando del regime di safety car al 56esimo giro per montare la gomma rossa e cercare di guadagnare terreno. Un’idea poco efficiente dal momento che durante il secondo pit-stop i(della durata di 6″5) sono stati riscontrati problemi per il fissaggio dell’anteriore sinistra.

Come accaduto sulla falsariga di tanti altri GP di F1, la Ferrari delude senza portare a casa neanche un punto. L’ultimo sacrificio per la Rossa e i suoi appassionati sarà la prossima settimana ad Abu Dhabi: un epilogo amaro di una stagione insufficiente.


Maria Iuliano

Classe 1996, capelli rossi come la Rossa, poliglotta e amante della Formula 1. Cresciuta con il mito di Schumacher, cerco di trasmettere la mia passione con le parole. "Ho sempre creduto che non ci si debba mai, mai arrendere, e continuare a lottare anche quando c'è una piccola, piccolissima chance". - Michael Schumacher

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: