F1 | Biagi: “Vettel poteva evitare di lamentarsi con Leclerc!”

“Vettel vs Leclerc atto secondo” quanto successo domenica in Bahrain? Secondo il pilota tedesco Leclerc ha effettuato una manovra azzardata nei suoi confronti, forzando la staccata alla prima curva. Il tedesco ha fatto bene a lamentarsi con il muretto, oppure no? Sull’argomento è intervenuto Thomas Biagi ai microfoni di Pit-Talk.


 

 

Notte fonda quella di domenica scorsa per la Ferrari in Bahrain. Dopo l’illusione di quanto di buono visto ad Istanbul, la rossa è tornata con i piedi per terra. Entrambi i piloti doppiati, con Leclerc decimo e Vettel addirittura tredicesimo. Soprattutto la gara del pilota tedesco è stata deludente, dopo aver ottenuto il suo primo podio stagionale nel precedente GP ad Istanbul.

Seb” tra le altre cose, si è lamentato con il suo muretto box per la manovra subita dal compagno Leclerc alla prima staccata nella seconda ripartenza.

In pratica il monegasco alla staccata di curva 1 ha forzato la frenata nel tentativo di passare Vettel, con quest’ultimo che ha considerato una follia la manovra di Leclerc nei suoi confronti.

Manovra che ci stava o manovra “garibaldina” da parte del monegasco? Beh, il contatto tra i due ferraristi non c’è stato, quindi la manovra da parte di Charles è stata regolare. Voi che dite?

Sull’argomento è intervenuto Thomas Biagi ai microfoni di Pit-Talk. L’ex pilota della Maserati vincitore del FIA Gt ha affermato che Vettel troppo spesso si lamenta facilmente per le manovra che subisce in pista, soprattutto dal compagno Leclerc:

Vettel ha forse un pianto un po’ troppo facile. Ha un compagno fortissimo come Charles Leclerc e sente il fiato sul collo. Secondo me poteva evitare questa lamentela.”

In realtà analizzando le immagini della corsa, si vede chiaramente che Leclerc ha si fatto una delle sue “staccate” al limite, però senza costringere Vettel ad allargarsi.

Il tedesco ha lasciato libero uno spazio all’interno, ed il monegasco ne ha approfittato per affondare la staccata e sopravanzare il team-mate tedesco. Manovre così in F1 se ne vedono quasi ad ogni GP!

 

Ma evidentemente come ha sottolineato Biagi, Vettel sente la pressione di un team-mate forte e determinato come Leclerc. Vettel ha letteralmente subito l’ennesimo colpo da parte di un compagno di squadra tosto.

E’ probabile che il monegasco abbia “diverse colpe” nella fine del rapporto tra la Vettel e la Ferrari. Forse il pilota tedesco aveva intuito già dalle prime gare del 2019 che la Ferrari stava per avere un nuovo leader all’interno della squadra. Che il suo ruolo da prima guida stava iniziando a vacillare.

L’episodio chiave è il wekend del Bahrein del 2019: alla seconda gara in rosso, Leclerc ottiene la pole, poi dopo una brutta partenza il monegasco si riprende in pista la posizione nei confronti di un Vettel ammutolito.

Poi il problema alla power-unit impendì a Leclerc di vincere quel GP, ma quel weekend fece probabilmente capire al pilota tedesco che era ora di cambiar aria. Per “Seb” non poteva esserci più spazio alla Ferrari, specie con un talento come Leclerc come compagno di squadra. Ad ogni modo tra due gare, per il tedesco inizierà una nuova fase della sua carriera da pilota di F1. Ovvero la sua avventura in Aston Martin. In bocca al lupo Seb!

Alberto Murador


Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".