F1 | Portogallo: a Portimao una gara inedita

Domenica la F1 debutta sul tracciato dell’Autodromo Internacional do Algrave per il GP del Portogallo. Mercedes favorita anche se ha annunciato lo stop degli sviluppi della  W011. Ferrari al solito in rincorsa.

Portimao debutta nel calendario del Campionato del Mondo di F1. Domenica prossima si corre il GP del Portogallo. Si tratta di una tappa del mondiale inserita per permettere di disputare un buon numero di corse in relazione all’emergenza COVID che paralizza l’intero pianeta.

Se in questi ripescaggi qualche volta è andata bene, nel senso che si sono rispolverati  o inseriti dei circuiti spettacolari  come il Ring, il Mugello o Imola, questa volta tocca ad un circuito che poco ha in comune con le piste più prestigiose.

Il circuito è un mega kartodromo. Costruito nel 2008 ha visto correre più volte le moto della categoria Superbike e Superstock ma mai ufficialmente le F1. Nel 2008 ad ogni modo la categoria regina dell’automobilismo aveva battezzato ed assaggiato il tracciato per delle sessioni di test.

Dici Portogallo leggi Estoril. Dal 1984 al 1996 infatti la gara era un classico del calendario. Alain Prost colui che vanta il maggior numero di vittorie, tre, Jacques Villeneuve l’ultimo vincitore in terra lusitana.

Chi sarà il prossimo? Impossibile non pensare alle Mercedes come favorite. Hamilton, dopo averlo pareggiato in Germania, potrebbe superare Schumacher in termini di GP conquistati. Per L’inglese un successo lo porterebbe a quota 92. Non un punto di arrivo ma il trampolino per raggiungere le tre cifre ovvero un impressionante quota 100 vittorie.

Hamilton P1 Nurburgring

Bottas magari proverà a dire la sua. Mercedes ha annunciato il blocco degli sviluppi sulla W011, a mondiale pressoché conquistato, un aiutino allo scudiero potrebbe non disdegnarlo. Red Bull rimane l’unica lontana alternativa al dominio Mercedes, il tracciato poco di motore l’aiuterà.

Della Ferrari si è già detto tutto, un fallimento completo. La situazione e sotto gli occhi di tutti, si corre con una macchina che fatica a far punti, l’altra più che correre procede nell’ attesa che finisca la tortura. Stiamo parlando ovviamente nell’ordine di Leclerc e Vettel.

Per quando in Ferrari la situazione sia difficile urge battere un colpo. La classifica costruttori piange. Oggi la rossa si trova in sesta posizione dietro Renault e McLaren. Alla fine del campionato non mancano più tante gare, credo sia difficile anche solo correggere la rotta. Si parla di dati incoraggianti per la power-unit 2021, speriamo sia vero. Di certo è un ottima strategia per sviare l’attenzione da questa gravissima situazione di classifica.


Alessandro Francese

Appassionato di sport, motori e Alfa Romeo ho sempre cercato di fare dei miei interessi un lavoro. Dalla tesi su Gianni Brera al mio impegno quotidiano in una concessionaria, almeno in parte, credo di esserci riuscito. Questo però è solo l'inizio! "Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione di vivere." Cit. Ayrton Senna