F1 | Spagna: Hamilton in pole. Verstappen tra le Mercedes

Dopo le libere di ieri e l’ultima sessione di prove di questa mattina la Mercedes si conferma la più veloce in pista. Max Verstappen a sette decimi dalla pole potrebbe dar fastidio a Lewis Hamilton. Vettel ancora fuori dal Q3, ma per soli due millesimi.

Le qualifiche del Gran Premio di Spagna si concludono con il solito Lewis Hamilton che ottiene la sua quarta pole position stagionale (1’15”584). Il pilota britannico insieme al suo compagno di squadra crea il vuoto totale dietro alle Frecce Nere.

Le prime due file sarebbero potute essere occupate solo ed esclusivamente da Mercedes (sia nera che rosa), se non ci fosse stato Max Verstappen a spezzarne l’egemonia. Infatti l’olandese si piazza al terzo posto con sette decimi di distacco dalla pole.

Le due Racing Point, dopo un weekend a Silverstone non proprio brillante, risalgono nelle zone alte della classifica (almeno in qualifica!). Sergio Perez dopo aver scontato la quarantena in seguito a un test positivo al Covid-19 torna in pista… alla grande, direi! Con poco più di un decimo si piazza dietro l’olandese a bordo della RB16.

Bene le due McLaren che entrano nella top 10. Anche se rispetto a inizio stagione (un podio e una seconda fila) le due monoposto di Norris e Sainz hanno avuto un piccolo calo.

Charles Leclerc partirà dalla quinta fila accanto a Pierre Gasly. Il distacco del monegasco da Lewis Hamilton è di un secondo e mezzo. Un risultato non da Ferrari (almeno prima di quest’anno). Sfortunato invece Sebastian Vettel che è fuori dalla terza sessione di qualifiche per soli due millesimi. Nonostante il nuovo telaio non è riuscito ad andare fino in fondo.

“Non avevo fiducia nella macchina, è andata male in qualifica. Ho iniziato in modo conservativo, ma quando ho spinto mi sono imbattuto nei soliti problemi. Sono stato sfortunato, ma magari è meglio per domani. Non sarà un vantaggio enorme, ma vedremo. Siamo stati troppo lenti, siamo out per 2 millesimi ma nel complesso non abbiamo abbastanza fiducia per estrarre il massimo potenziale dalla Ferrari”. Queste le parole del quattro campione del mondo ai microfoni di Sky Sport. Dichiarazioni che fanno percepire l’assenza di feeling tra lui e la Rossa, non solo a livello di macchina.

Deluso anche il #16 della scuderia di Maranello che confessa in un’intervista di avere avuto problemi con l’anteriore.

Magra consolazione per l’Alfa Romeo che riesce a risalire con Raikkonen in Q2, mentre invece Antonio Giovinazzi partirà dal fondo della griglia. George Russell, dopo una striscia positiva in qualifica negli ultimi appuntamenti di Formula 1, non riesce ad andare oltre la prima sessione.

 

Per la giornata di domani sono previste temperature elevate: all’incirca 50 gradi sulla pista. Un clima che ancora una volta metterà alla prova i piloti nella gestione delle gomme (questo pomeriggio hanno utilizzato quasi tutti la soft, n.d.r.), arma vincente nello scorso Gran Premio di Formula 1 per Max Verstappen, trionfante sulla Mercedes.

Attualmente il pilota olandese è l’unico ad avere le carte giuste (e la macchina) per poter dare del filo da torcere al sei volte campione del mondo. Potrebbe essere proprio lui l’ostacolo tra Lewis Hamilton e il settimo titolo mondiale?

Difficile, forse, vista la differenza delle due vetture e risultati tra Mercedes e Red Bull (sette decimi di distacco dalla pole non sono pochi). Anche se ciò che sognano gli appassionati di F1 è una lotta fino all’ultimo stint tra due piloti affamati di vittorie. Proprio come lo sono Lewis e Max.


Maria Iuliano

Classe 1996, capelli rossi come la Rossa, poliglotta e amante della Formula 1. Cresciuta con il mito di Schumacher, cerco di trasmettere la mia passione con le parole. "Ho sempre creduto che non ci si debba mai, mai arrendere, e continuare a lottare anche quando c'è una piccola, piccolissima chance". - Michael Schumacher