F1 | Austria: Mercedes sottotono, si interrompe la striscia di vittorie

Weekend da dimenticare per la Mercedes che nonostante le difficoltà mostrate nel corso del GP d’Austria porta a casa un terzo posto con Valtteri Bottas, ma vede interrompersi la striscia di 8 vittorie consecutive accumulate nel 2019.

La scuderia tedesca arrivata in Austria da un totale dominio compiuto nel GP di Francia, vede pochi aggiornamenti portati sulla già strepitosa monoposto con sede a Brackley. Si tratta di una modifica al cestello dei freni anteriore che mostra un’apertura centrale in grado di sprigionare il calore del disco al cerchio, così da raggiungere una temperatura adeguata per le gomme in breve tempo.

Anche se sempre favorita, la Mercedes nel corso di questo weekend non ha dimostrato sin da subito un totale dominio, ostacolata dalla Ferrari già nel corso delle prove libere del venerdì, l’abbiamo vista padrona solo nel corso delle PL1 con Lewis Hamilton che ha siglato il tempo migliore.

La vettura comunque si è mostrata a piena potenza, stabile e in grado di poter affrontare a “full gas” anche le curve più veloci di questo tracciato, mantenendo un passo gara che oscilla tra l’1.08 alto e l’1.09 basso, a seconda del treno di gomme montato.

Valtteri Bottas in difficoltà durante l’intero weekend tanto da perdere la vettura e schiantarsi durante le PL2.

Nel corso delle prove libere la Mercedes è sempre stata in linea o leggermente inferiore alla Ferrari che ha dato filo da torcere alle frecce d’argento per tutto il weekend, tanto da soffiare la pole position alla scuderia pentacampione di F1 con uno strepitoso Charles Leclerc.

Una prestazione non brillante per l’intero weekend, anche se in qualifica vediamo Lewis Hamilton posizionarsi secondo (1.03.262) e Valtteri Bottas quarto (1.03.537), particolarmente sottotono rispetto le ultime uscite stagionali.

Le rogne non finiscono qui perché a causa di un impedimento commesso da Lewis Hamilton su Kimi Raikkonen nel corso delle qualifiche, ha dovuto scontare una penalità che l’ha costretto a partire dalla quarta posizione in griglia.

Anche in gara vediamo le frecce d’argento decisamente sottotono, non riescono a tenere il ritmo del poleman Charles Leclerc e rimangono su un passo gara più lento dei rivali. Non hanno mai impensierito il primo classificato e a causa di un problema all’ala anteriore nel corso della gara, Lewis Hamilton si è visto allungare il suo pit-stop per la sostituzione di essa e quindi sfumare le chance di podio, poiché non è mai entrato in ritmo con le gomme Hard montate nel secondo stint. Conclude la gara al quinto posto, lontano dal podio, superato nel finale anche da Sebastian Vettel partito nono.

Totalmente anonima la gara di Valtteri Bottas nonostante il terzo posto, guadagna qualche punto in classifica sul compagno di squadra, ma non compie sorpassi, né riesce a difendersi dagli attacchi subiti dai rivali, Max Verstappen in primis.

In conclusione un weekend nullo per la Mercedes che rimane in cima alla classifica costruttori e piloti (primo Hamilton, secondo Bottas), porta a casa qualche punticino ma abbiamo assistito al weekend più deludente della scuderia tedesca nel 2019 che fin’ora contava 8 vittorie consecutive.

L’appuntamento è rimandato al GP di Silverstone.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...