F1 | Melbourne: Red Bull con Honda mette le ali

Grazie alla maggior potenza del motore Honda, la Red Bull conquista il podio a Melbourne.

Dopo 5 anni di purgatorio, la Red Bull torna a vedere la luce. Potremmo sintetizzare così la situazione attuale del team di Milton Keynes, dopo il GP d’Australia. I “bibitari” hanno sempre avuto un ottima vettura, almeno dal 2016 in poi, ma non hanno mai avuto la potenza necessaria a far valere questa forza. Ora che il sodalizio con Renault si è concluso, la partnership con Honda ha parzialmente colmato questo gap dalla Mercedes.

Lo si è visto chiaramente ad Albert Park, pista dalla velocità media altissima. Rispetto a Mercedes e Ferrari, la Red Bull non ha sfigurato quanto a velocità di punta, e l’effetto si è visto. Sabato, infatti, Verstappen si è messo dietro la Ferrari di Leclerc, mentre Gasly ha compromesso il suo weekend a causa di un errore di strategia.

Al via della gara Verstappen ha rischiato di perdere il quarto posto a vantaggio di Leclerc, ma il francese ha alzato il piede per far passare Vettel e questo ha permesso all’olandese di mantenere la quarta piazza. Questo, come vedremo poi, si è rivelato un errore in prospettiva. Nei primi 15 giri Verstappen si accoda al tedesco della Ferrari, poi questo si ferma molto presto per un undercut. Verstappen rientrerà ai box dieci giri più tardi, e questo gli permette di di avere un vantaggio sul tedesco. Le gomme più fresche e un problema al turbo Ferrari permettono all’olandese di avvicinarsi e attaccare, con successo.

Guadagnato il terzo posto, Verstappen si mette alla caccia di Hamilton, e riesce anche a raggiungerlo, ma non ha abbastanza velocità per attaccare anche l’inglese. Ne è testimone il lungo che, di fatto, compromette la sua rincorsa al secondo posto.

In coda al gruppo, Gasly fa ben 35 giri nel primo stint, e questo gli permette di rimontare fino a centro gruppo, ma complice un trenino guidato da Hulkenberg non riuscirà ad avanzare maggiormente. Il francese, così, chiude all’undicesimo posto la sua prima gara con la Red Bull.

Tutto sommato, per la Red Bull il bilancio è positivo. Il motore Honda sta dando un notevole contributo rispetto alla Reanault, e il risultato rispetto alla passata stagione sembra già evidente. E’ presto per dire se potranno puntare al bottino grosso, ma quel che è erto è che Verstappen e Gasly potranno giocarsela su più piste, e potranno togliersi delle soddisfazioni.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Marco Bottamini

Seguo la F1 dal 2000, GP di Suzuka... Da allora, il mio amore per la regina del motorsport è diventato indissolubile. Ogni domenica è un rito, un brivido, un'emozione, sull'onda della velocità.

Lascia un commento