La F1 sulla Rai nel 2019? Qualcosa si muove…

Sembravano orami fatti i giochi per la trasmissione dei GP del 2019, invece, forse, qualcosa potrebbe cambiare e i GP potrebbero tornare sulle reti RAI

A quanto sembra gli ottimi ascolti del 2018 del solo GP d’Italia registrati dalla RAI avrebbero convinto la nuova dirigenza di Viale Mazzini a tentare un nuovo avvicinamento a Liberty Media. Difatti, aver ottenuto nella singola giornata della gara monzese la bellezza di 9.700.000 spettatori unici, avrebbe smosso qualcosa in seno alla RAI che, seppur senza trasmettere altri GP durante l’anno, ha perso solo 800,000 spettatori rispetto al 2017. Totalizzare più di 9 milioni di spettatori senza pubblicità e senza seguire il campionato ha fatto capire ai vertici della TV nazionale come questo sport sia comunque seguito e come possa garantire sempre e comunque milioni di telespettatori incollati davanti al piccolo schermo. Un bacino di pubblico molto interessanti per sponsor e concessionari pubblicitari che potrebbero portare molti soldi in cassa.

Da quanto abbiamo potuto apprendere infatti, sembra che si sia creato un nuovo “fronte unico” di pronto a muoversi per contattare Liberty con una proposta interessante che punterebbe almeno a poter guadagnare la possibilità di trasmettere in diretta una parte dei GP della prossima stagione sulle reti RAI. Non si conoscono i dettagli ma a quanto pare i primi contatti già sarebbero stati presi e mancherebbe solo la presentazione della proposta che in questi giorni sta prendendo forma.

Viene da chiedersi perché ci si sia ricordati solo ora delle potenzialità della Formula 1 e come invece queste siano state ignorate fino all’anno scorso… d’altronde cambiano i scenari politici e cambiano le strategie… resta il fatto che in questi giorni, e questo interessa agli appassionati, qualcosa si stia muovendo…


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (5 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

Lascia un commento

function checkLoginState() { FB.getLoginStatus(function(response) { statusChangeCallback(response); }); }