Ferrari e Vettel, a Montecarlo con una prima fila da sfruttare
 

 


Ferrari e Vettel, a Montecarlo con una prima fila da sfruttare

La Ferrari di Vettel è in prima fila insieme a Daniel Ricciardo e domani la gara potrà offrire delle opportunità.

di Giulio Scaccia

Red Bull con Ricciardo dominatrice delle prove. L’australiano  ha fermato il cronometro a 1’10″810, nuovo record della pista, davanti alla Ferrari di Seb, staccato di  0″229.

Massimo Bottazzi

La Red Bull se non fosse stato per l’ennesimo errore di Verstappen avrebbe probabilmente monopolizzato la prima fila. In casa Ferrari alla vigilia forse ci si aspettava qualcosa di più ma è bene guardare il bicchiere mezzo pieno. Una prima fila a Montecarlo non è da buttare, Vettel è davanti ad Hamilton e Raikkonen è davanti a Bottas. Certo non c’è stato il dominio in prova dello scorso anno, ma la forza della Red Bull era prevedibile, considerando le caratteristiche tecniche ed aerodinamiche della vettura di Newey e la buona progressione nella erogazione cavalli del motore Renault.

Al termine delle prove Vettel analizza la situazione:

Credo che Ricciardo e la Red Bull siano stati per tutto il fine settimana un po’ più veloci di noi e sapevamo che lo sarebbero stati. E’ una pista in cui non è tanto importante l’efficienza delle power unit quanto avere tanto carico aerodinamico, e loro lo hanno”. Alla fine eravamo veloci ma non a sufficienza per essere davanti a loro. Non sono del tutto contento però, perché potevamo fare qualcosa di più. Probabilmente però non sarebbe stato sufficiente per battere Daniel. Però giù il cappello perché Daniel ha fatto una grande Qualifica e ha meritato la pole. Noi abbiamo provato a cercare di cogliere la prima fila e credo che quello che abbiamo ottenuto è un’ottima posizione. Noi ci siamo avvicinati il più possibile.

Continua il pilota della Ferrari:

Abbiamo visto invece che le Red Bull andavano molto forte nell’ultimo settore, loro hanno un’aderenza che a noi manca. Qui è sempre fondamentale essere davanti, la prima fila è buona. La pole sarebbe stato ancora meglio. Dopo la partenza dovremo cercare di essere pronti e tenere la mente aperta per far fronte a tutte le cose che potrebbero verificarsi in gara. E’ una partita differente da giocare. Vedremo.

Insomma il Gran Premio di Monaco è imprevedibile. Ci sarà da capire usura gomme, traffico, possibili safety car. Il bicchiere mezzo pieno della Ferrari è partire davanti ad Hamilton. La Rossa domani si gioca molto.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Giulio Scaccia

Giornalista ed appassionato, seguo la Formula 1 dal 1978. Da Gilles Villeneuve a Michael Schumacher, sempre la Ferrari nel cuore. @GiulioScaccia - giulio.scaccia@f1sport.it

Lascia un commento