F1 | Ecco il nuovo Le Castellet, sede del GP di Francia

E’ stato finalmente svelato il layout del GP di Francia 2018, che si terrà sullo storico circuito dedicato a Paul Ricard, a Le Castellet. Verrà riproposto lo storico circuito degli anni passati ma con una variante sul rettilineo Mistral che aumenterà sicurezza ma anche spettacolo.

Appare finalmente un primo layout del Gp di Francia, che torna in calendario il prossimo anno dopo svariate stagioni di assenza, ben  dieci.

Vi facciamo vedere di seguito il layout:

Nessun testo alternativo automatico disponibile.

Il tracciato è ubicato nel comune di Le Castellet ed è dedicato a Paul Ricard, industriale francese creatore di una famosissima bevanda aperitiva e che ha fatto costruire il circuito negli anni 70, poi più volte modificato e adattato per rispettare le sempre crescenti normative di sicurezza.

Il tracciato si presenta per molti versi simile a quello che ha fatto la storia degli anni passati, con una grande differenza sul rettilineo Mistral (quello in alto nella immagine) che ha visto l’introduzione di una chicane per ridurre la velocità media di quel tratto. Senza quella interruzione, il rettilineo era di ben 1.8 km e avrebbe permesso alle monoposto attuali di arrivare a velocità assurde – si pensi che prima della chicane la FIA stima una velocità di circa 343 km/h.

La modifica al layout originale è appoggiata anche da chi tira le fila dell’evento francese, Gilles Dufeigneux, che ha appoggiato la scelta della F1 anche per una questione di spettacolo, dal momento che crea un’ulteriore possibilità di sorpasso.

Tuttavia per gli anni in cui non è stato presente il calendario, il circuito non è stato completamente lasciato in stato di abbandono, anzi. Sono state disputate gare di categorie minori non solo di monoposto e la F1 ha potuto servirsi del circuito del sul della Francia anche per numerose sessioni di test, ultima quella Pirelli dello scorso anno.

Il GP di Francia tornerà in calendario per le prossime cinque stagioni (2018-2022) e si terrà il 24 giugno 2018.