F1 Live London, il segnale che qualcosa è cambiato

Ieri per le strade di Londra uno show straordinario ha portato la F1 gratis tra la gente. Liberty media con F1 Live London ha invertito la rotta, non più sport per soli appassionati ma show per tutti.

La crisi. Negli ultimi anni la Formula1 ha sofferto una perdita di popolarità importante. Pochi personaggi, piloti irraggiungibili, biglietti carissimi. Se è vero che Bernie Ecclestone ha reso il Circus ciò che è oggi è innegabile che un momento di crisi era arrivato. Sempre più GP in luoghi “esotici”, sempre meno attenzioni per un pubblico diventato ormai solo “di nicchia”.

Crescita. Libery media, la nuova proprietà della F1 ha capito e subito  ha reagito. La F1 per crescere non poteva essere ostaggio del proprio zoccolo duro di appassionati disposto a levatacce per raggiungere le piste una volta l’anno. La F1 deve essere di tutti per tutti, deve essere anche show.Deve andare tra la gente per incuriosire ed appassionare chi non la conosce, chi ne ha solo sentito parlare, chi soprattutto non l’ha mai sentita. Perché si sà in pista non si và tanto per vedere ma per sentire. Il fascino della F1 è quel suono che entra e arriva dritto al cuore. Emoziona, entusiasma, conquista.

Media preview

Nuovi mercati. Oggi i social permettono di seguire live eventi e manifestazioni. Ieri #F1LiveLondon era in diretta Facebook, migliaia erano connessi, migliaia erano a bordo strada. E qui che si crea quel tam tam che regala popolarità e appeal per sponsor e pubblico. Se Ecclestone è stato il creatore della F1 moderna è altrettanto vero che non ha saputo leggere questo cambio epocale. Un paio di rettilinei, qualche burnout, un bel palco per far parlare i piloti e tanta gente entusiasta. Un successo da replicare in altre città.

Passione. Se da un punto di vista tecnico l’evento non ha alcun valore è stato superlativo in termini di passione. Conquistare attraverso le esibizioni nel cuore delle città è l’unico modo possibile per riavvicinare la gente. Liberty Media lo sa e lo fa, consapevole di essersi affacciata in F1 in un momento fortunato. I recenti duelli tra Hamilton e Rosberg hanno di nuovo infiammato d’interesse gli ultimi mondiali. Ora dopo anni di monopoli tecnici, prima Red Bull poi Mercedes finalmente si contrappongono due potenze come Ferrari e Mercedes.

Questo è il momento giusto per promuovere al meglio la F1, lo show di Londra lo dimostra.

Alessandro Francese

Appassionato di sport, motori e Alfa Romeo ho sempre cercato di fare dei miei interessi un lavoro. Dalla tesi su Gianni Brera al mio impegno quotidiano in una concessionaria, almeno in parte, credo di esserci riuscito. Questo però è solo l’inizio!

“Se una persona non ha più sogni, non ha più alcuna ragione di vivere.” Cit. Ayrton Senna

  • ivanoe

    speriamo non diventi una carnevalata.

    • Alessandro Francese

      Speriamo! Di certo un po’ di brio andava dato!