F1 | Gp d’Austria: Vettel e Raikkonen ottimisti

Inizia il week end del Gp d’Austria e Vettel e Raikkonen sfoggiano un cauto ottimismo per la gara a Spilberg, sull’A1 Ring.

di Giulio Scaccia

Nona gara del campionato mondiale di Formula 1. Si arriva su un circuito classico, che ha visto pagine importanti nella storia del Circus. La pista dove si svolge il Gran Premio d’Austria è breve. I distacchi saranno ridotti ed è necessario, come ha detto in una intervista precedente Sebastian Vettel, trovare il giusto ritmo.

Non sarà facile per Seb, che notizia del pomeriggio di ieri, patirà una penalizzazione di 5 posizioni per la sostituzione del cambio. Vettel e comunque ottimista:

Ce la stiamo mettendo tutta, onestamente non è cambiato nulla. Non guardiamo quello che fanno gli altri, ma solo a noi stessi, cercando di migliorare dove occorre, lavorando sui nostri punti deboli e concentrandoci sui nostri punti di forza. Vedremo dove ci porterà tutto questo. Qui ci aspettiamo di essere forti, quanto forti lo vedremo, come in tutti i fine settimana. Alcune caratteristiche della pista possono adattarsi meglio di altre alla macchina, non posso esprimere un giudizio, ma sono abbastanza sicuro che saranno tutti più vicini di quanto non fossimo a Baku e, ovviamente, cercheremo di essere ancora più competitivi di quanto siamo stati a Montreal. Se si guarda dove eravamo e dove siamo ora, possiamo dire di aver fatto un grande passo avanti. Non avremo la macchina migliore, questo non è un segreto, ma vogliamo averla. Penso che chiudendo il cerchio in tutti i campi abbiamo fatto un enorme progresso, più di chiunque altro, e questo è un motivo di cui essere orgogliosi, ma noi siamo qui per vincere le gare.

Gli fa eco Kimi Raikkonen. Il finlandese della Ferrari, al centro di alcuni rumors di mercato che sembrano comunque non infastidirlo. Da una parte Marchionne ripete l’andazzo ormai noto che il rinnovo va meritato, dall’altra Arrivabene lo tutela.

E il finlandese che potrebbe forse cambiare aria, anche se molti indizzi porterebbero ad un rinnovo.

Kimi è contento di guidare a Spielberg, una pista che gli piace.Ecco il suo pensiero:

Mi è sempre piaciuta questa pista, ho già corso qui diverse volte in passato e mi piace molto. Le gare sono sempre belle, il tracciato non ha molte curve ma si vedono dei sorpassi. L’anno scorso per me la corsa è durata poco, non è divertente uscire al primo giro, ma sono sicuro che quest’anno possiamo fare meglio. E’ difficile sapere cosa aspettarsi, il circuito è stato riasfaltato e dicono che ci sarà più aderenza, questo è molto positivo. Sarà interessante vedere come andrà, le cose potrebbero finire in modo diverso. Ho fiducia nelle possibilità della nostra macchina, mi aspetto di giocarmela nel fine settimana, speriamo sia abbastanza. In generale ci manca un pò di velocità e la qualifica finora non è stata molto semplice. I nostri avversari sono stati molto veloci, in alcune piste siamo molto vicini a loro e possiamo giocarcela: abbiamo solo bisogno di mettere le cose insieme, senza commettere errori. Siamo qui per vincere le gare, finora abbiamo fatto abbastanza bene, ma a volte non è andata come avremmo voluto. Continueremo a spingere fino alla fine, la stagione è ancora lunga e stiamo facendo del nostro meglio per cercare di tornare al vertice. Come squadra lavoriamo bene insieme, vogliamo migliorare e ottenere buoni risultati, non saremo soddisfatti finché non torneremo a vincere.

Cosa aspettarsi? Sicuramente, come dicono i due piloti Ferrari, la Rossa non dovrebbe soffrire come a Baku. Peccato per la penalizzazione di Vettel. A Spielberg è possibile sorpassare e questa è già una buona notizia.


Giulio Scaccia

Giornalista ed appassionato, seguo la Formula 1 dal 1978. Da Gilles Villeneuve a Michael Schumacher, sempre la Ferrari nel cuore.