F1 | Haas a punti all’esordio con Grosjean

Il team Haas ha centrato un ottimo 6° posto a Melbourne con Romain Grosjean.

Nessuno si sarebbe immaginato di vedere a punti la scuderia di Gene Haas, 6° all’esordio con Grosjean grazie anche ad un’ottima scelta di strategia. Il compagno Gutierrez invece è stato protagonista nel terribile incidente che ha coinvolto Alonso.

Grandissima soddisfazione per il team Haas nel Gp di Melbourne, perchè nella gara d’esordio della scuderia americana sono arrivati i primi punti conquistati da Romain Grosjean. Chi ben comincia, è il team di Gene Haas verrebbe da dire, considerando le qualifiche disastrose che hanno visto le due VF 16 occupare la penultima fila della griglia.

Era dal 2002 che un team esordiente in F1 non andava a punti nella gara d’esordio, in quell’occasione fu la Toyota ad arrivare in zona punti con Mika Salo sempre nel circuito dell’Albert Park. Ad ogni modo il risultato ottenuto dal team statunitense è arrivato grazie ad un’ottima condotta di gara da parte di Grosjean, della strategia adottata dal suo muretto box, dalla bontà della vettura ed in parte anche dall’interruzione della gara per l’incidente tra Gutierrez e Alonso.

Proprio la neutralizzazione della corsa ha favorito la rimonta di Grosjean, grazie al cambio gomme sulla monoposto del francese prima di riprendere il Gp, montando un set di gomme medie per arrivare sino alla fine. Naturalmente enorme la soddisfazione a fine gara di Grosjean, come si può percepire nelle sue dichiarazioni:

031916-MOTOR-Romain-Grosjean-Haas-PI.vadapt.664.high.89 “E‘stata una gara incredibile, per noi questa è una vittoria. In queste ultime settimane i ragazzi hanno lavorato molto duramente, per essere più competitivi possibili qui a Melbourne. Non siamo ancora al 100% e puntiamo a migliorarci già dalla prossima gara. “

Il team Haas dopo questa prima gara ha già dimostrato di non essere una scuderia “meteora” destinata a fare solo numero nella griglia, ma di avere un solido progetto di partenza grazie anche alla Ferrari. Proprio la casa di Maranello fornisce alla Haas power-unit, cambio ed altri componenti; con il team principal Gunther Steiner che ha voluto ringraziare la Ferrari per il loro supporto:

Senza il loro aiuto non sarebbe potuto accadere, ed è bello vedere che possiamo già giocarcela nel mezzo del gruppo. Dobbiamo comunque restare con i piedi per terra, e dopo quanto accaduto ieri non ci saremmo mai aspettati di concludere sesti. “

Altra nota di merito della bontà del progetto è attribuito senz’altro alla Dallara, che fornisce al team Haas il telaio, dimostrando l’enorme esperienza e know-how dell’azienda di Varano de Melegari.

Alberto Murador



1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".

Lascia un commento