F1 Tecnico Mercedes tentava di portare dati in Ferrari

8 dicembre 2015 – Mercedes, secondo Bloomberg, sembra voler fare causa a Benjamin Hoyle perché avrebbe rubato la telemetria del GP di Ungheria per portare dati importanti nella sua prossima avventura in Ferrari.

Benjamin Hoyle era uno dei team leader del reparto di progettazione del motore per la casa di Stoccarda, ma a fine marzo ha comunicato all’azienda di non voler firmare l’allungamento del suo contratto che scadeva a fine 2015. A quel punto la Mercedes ha scoperto che il tecnico aveva già un accordo con Ferrari per il 2016 e per non permettere a Hoyle di venire a conoscenza dello sviluppo per la prossima stagione, gli ha cambiato computer e gli ha negato l’accesso alle informazioni confidenziali. Però l’ingegnere inglese è stato sorpreso a rubare dati da altri computer per portarli in Ferrari.

La pratica di rubare know-how in Formula 1 è molto comune, in molti ricorderanno la spy story del 2007 che coinvolse la Ferrari e la McLaren (allora motorizzata Mercedes). Probabilmente questa volta non siamo a quei livelli di scorrettezza, ma se questa notizia fosse confermata il fatto è da reputare comunque grave e poco sportivo. La Ferrari probabilmente prenderà le distanze dal tecnico e non rischia nulla, ma ci fa capire ancora una volta l’importanza delle power unit in questa Formula 1.

Tutti i tecnici che in questo ultimo anno sono arrivati alla Ferrari hanno certamente portato informazioni utili che potranno essere usate per il motore 2016. Non essendo nomi altisonanti, non hanno fatto sognare i tifosi ma probabilmente sono serviti a creare una squadra di tecnici ben preparata e che ha esperienze in team vincenti come Hoyle in Mercedes. Tutto questo fa ben sperare per la prossima stagione, che tutti pensano sia quella del ritorno alla vittoria per la scuderia di Maranello.

 


Luca Stefanini

Ho 25 anni,sono un ingegnere meccanico e amo lo sport. Seguo soprattutto il calcio e la Formula 1.