F1 Un giro a Yas Marina!
 

 


F1 Un giro a Yas Marina!

25 Novembre 2015 – L’ultima gara del mondiale di F1 si corre sul circuito di Yas Marina ad Abu. Il tracciato sorge su un’isola a circa 30 minuti da Abu Dhabi e si snoda fra parchi a tema, come il Ferrari World, e hotel extralusso.

Dopo il corto rettifilo iniziale, si ha subito una svolta ad angolo retto a sinistra, poi una sequenza di curve velocissime che impegnano il pilota. Lasciata alle spalle questa parte si entra in una zona più guidata, composta da una chicane e da un tornantino. Qui si cerca di sfruttare tutta la trazione delle monoposto, perché successivamente al tornante si ha un lungo rettilineo, alla cui fine si ha una violenta staccata. Questa frenata è il primo e più importante punto di sorpasso del circuito.

Anche la successiva variante deve essere percorsa con l’obbiettivo di portare fuori più velocità possibile, perché si ha un altro lungo rettilineo che curva leggermente a sinistra e un’altra chicane molto simile alla precedente. Dopo questi due rettifili e due staccate praticamente identiche si entra nella parte più lenta e guidata del circuito. Questo settore è composto da alcune curve ad angolo retto in cui è molto importante la trazione della vettura. Il tratto più spettacolare è quando si transita al di sotto dell’hotel del circuito, questo passaggio porta alle due ultime curve a sinistra che immettono nel rettilineo di partenza.

Il circuito di Yas Marina è divisibile in tre circuiti diversi, perché il primo settore ha delle curve veloci e molto tecniche, il secondo è molto simile al Canada con lunghi rettilinei e staccate importanti e il terzo è un circuito cittadino come Singapore con molte curve lente e di trazione. Viste le caratteristiche chi riuscirà a trovare il bilanciamento fra carico areodinamico, grip meccanico e velocità massima si adatterà meglio al tracciato.

La Pirelli porterà le coperture Soft e SuperSoft e questo potrà aiutare la Ferrari che, già si adatta bene a questo circuito e che con le Supersoft potrà avvicinarsi ulteriormente alle Mercedes. Come terza forza per questo GP sembra favorita la Red Bull perché nella parte più guidata può fare la differenza.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Luca Stefanini

Ho 25 anni,sono un ingegnere meccanico e amo lo sport. Seguo soprattutto il calcio e la Formula 1.

Lascia un commento