F1 Rosberg vince a Yas Marina, terzo Raikkonen

Yas Marina, 29 novembre 2015 – Nico Rosberg vince a mani basse il Gran Premio di Abu Dhabi, davanti a Lewis Hamilton che fa un errore di strategia. Sul podio sale Kimi Raikkonen, che chiude davanti a Sebastian Vettel, bravo a chiudere quarto dopo essere partito dal 16. posto. Per il tedesco della Mercedes si tratta del terzo successo consecutivo, arrivato grazie a un errore di strategia dell’inglese.

Al via Rosberg parte bene, mentre Hamilton non scatta benissimo e viene insidiato da Raikkonen; Alonso e Maldonado. Vettel, in rimonta, si porta in scia a Valtteri Bottas. Alonso si ferma ai box. Bottas duella con Kvyat, mentre Massa va al duello con Max Verstappen. Le due Mercedes si involano. Al quarto giro Grosjean supera Nasr. Al quinto giro si ferma Kvyat mentre Alonso viene penalizzato per l’incidente al via. Vettel, intanto, supera Verstappen, mentre Massa si ferma ai box insieme a Perez e Ricciardo. All’ottavo giro si ferma Bottas, che all’uscita dei box va al contatto con Button e viene costretto a rifermarsi un giro dopo per cambiare il musetto. Al decimo giro si fermano Rosberg e Raikkonen. Il giro dopo è anche il turno di Hamilton. Rosberg si porta dietro Vettel, con Hamilton terzo. Massa supera Nasr, mentre l’inglese riesce a superare il tedesco della Ferrari sul rettilineo opposto a quello d’arrivo. Duello in famiglia tra le due Toro Rosso, con Verstappen che al 21. giro supera Sainz. Vettel intanto prosegue la propria gara al terzo posto fino al giro 24, quando decide di fermarsi. Button, intanto, va al duello con Grosjean per l’11. posto. Hulkenberg inizia la serie delle seconde soste.

Si sveglia Hamilton, che al 26. giro fa segnare il giro record e guadagna un secondo su Rosberg, portando il distacco a poco più di 2 secondi. Al giro 27 si fermano Ricciardo e Massa, mentre Hamilton prosegue nella sua marcia di avvicinamento a Rosberg. Al giro 28 si ferma Perez, mentre 3 tornate dopo si ferma Massa. Il primo dei piloti di testa a fermarsi è Rosberg, al 31. giro, che viene seguito da Raikkonen. Problemi ai box per il finlandese, che impiega 6″6 e si vede infilato da Vettel. Hamilton rimane in pista, con Rosberg che al 33. giro fa segnare il giro record. La tattica di Hamilton non ha premiato, visto che Rosberg gli guadagna 2 secondi in 2 giri. Al 36. giro Rosberg fa segnare il giro record, riducendo il distacco sotto i 15 secondi. Vettel al 40. giro viene richiamato ai box. Dopo la sosta deve inseguire Ricciardo e Perez, andando da subito all’attacco dell’australiano. Hamilton, invece, chiede di chiudere la gara con le stesse gomme, ma viene fermato ai box, in cui i meccanici montano a sorpresa le gomme Soft. Vettel fa segnare il giro record, mentre Rosberg ha 14 secondi di vantaggio su Hamilton dopo il pit-stop. L’inglese fa segnare il giro record, poi migliorato, ma sembra inutile. A Vettel viene ordinato di far passare Raikkonen. Verstappen regala lampi di spettacolo con il sorpasso all’interno della chicane su Button. Hamilton riduce a meno di 9 secondi da Rosberg a 8 giri dalla fine, ma il tedesco nelle fasi finali ha risposto all’inglese mantenendo il distacco. Massa ha la meglio su Kvyat, sorprendendo il russo all’ultimo momento. Verstappen viene penalizzato di 5 secondi per avere superato i limiti della pista. Nelle battute finali, Grosjean supera Sainz e poco dopo anche Kvyat. Per Verstappen altra penalità in arrivo per avere ignorato le bandiere blu. Mentre per Nico Rosberg non ci sono problemi, chiude in testa davanti a Hamilton, Raikkonen e Vettel.

Pos. Driver Country Team Time Points
1 Nico Rosberg GER Mercedes 55 laps 25
2 Lewis Hamilton GBR Mercedes +8.271s 18
3 Kimi Räikkönen FIN Ferrari +19.430s 15
4 Sebastian Vettel GER Ferrari +43.735s 12
5 Sergio Perez MEX Force India +63.952s 10
6 Daniel Ricciardo AUS Red Bull Racing +65.010s 8
7 Nico Hulkenberg GER Force India +93.618s 6
8 Felipe Massa BRA Williams +97.751s 4
9 Romain Grosjean FRA Lotus +98.201s 2
10 Daniil Kvyat RUS Red Bull Racing +102.371s 1
11 Carlos Sainz ESP Toro Rosso +103.525s 0
12 Max Verstappen NED Toro Rosso +1 lap 0
13 Jenson Button GBR McLaren +1 lap 0
14 Valtteri Bottas FIN Williams +1 lap 0
15 Marcus Ericsson SWE Sauber +1 lap 0
16 Felipe Nasr BRA Sauber +1 lap 0
17 Fernando Alonso ESP McLaren +2 laps 0
18 Will Stevens GBR Marussia +2 laps 0
19 Roberto Merhi ESP Marussia +3 laps 0
NC Pastor Maldonado VEN Lotus DNF 0


Cristian Buttazzoni

"Life is about passions. Thank you for sharing mine". (M. Schumacher) Una frase, una scelta di vita. Tutto simboleggiato da un numero, il 27 (rosso, ma non solo)