F1 McLaren: subito aiuti alla Honda; Alonso esce dall’ospedale

25 Febbraio 2015 – Mentre Fernando Alonso ha da poco lasciato l’ospedale di Barcellona dopo il ricovero durato quattro giorni, dalla McLaren arrivano informazioni riguardo un aiuto concreto per la Honda al fine di risolvere i recenti problemi alla MGU-K.

Nei test della scorsa settimana sul circuito del Montmelò, gli inconvenienti per il team McLaren Honda sono stati numerosi causando un notevole ritardo nello sviluppo della power-unit Honda. Il componente al centro dell’attenzione nella scuderia di Woking che ha causato tutti questi problemi nella prima quattro-giorni di test è stata una guarnizione difettosa nella componentistica dell’MGU-K del sistema ERS della Honda. Tale inconveniente ha costretto Jenson Button ad effettuare solamente 21 giri nella prima giornata di test, mentre nel secondo giorno Fernando Alonso ha dovuto provare la monoposto a potenza ridotta per evitare nuovamente gli stessi problemi. Per il terzo giorno di test la Honda ha portato in extremis un nuovo componente dalla propria factory inglese per cercare di risolvere i problemi senza però riuscirci: solamente 24 giri per Button.

Per tentare di recuperare il tempo ed i km persi nei giorni precedenti, nell’ultima giornata di test il costruttore giapponese aveva deciso di installare una vecchia MGU-K nella monoposto di Fernando Alonso. Il risultato è stato a dir poco negativo: solamente 21 giri effettuati prima dell’uscita di pista dello spagnolo, le cui cause ad oggi sono ancora avvolte nel mistero. Da annottare che proprio oggi Fernando Alonso ha l’ospedale dopo quattro giorni di degenza ed accertamenti sulle sue condizioni di salute.

E’ ovvio che un problema di dimensioni così grosse che affligge la power-unit Honda, non potrà essere risolto certamente nei prossimi ed ultimi test pre-stagionali al Montmelò. Inoltre la McLaren potrebbe correre in aiuto della Honda utilizzando le loro conoscenze tecnologiche riguardo ai sistemi ibridi, con l’esperienza accumulata a Woking dal 2009, quando furono introdotti per i primi dispositivi KERS sulle monoposto.

I test di Barcellona che partiranno domani per i prossimi quattro giorni, saranno per la Honda come iniziare da zero. Dati i pochissimi km percorsi ed i numerosi problemi incontrati in questi mesi si potrebbe parlare di miracolo se solo la Mp4-30 a Melbourne riuscisse a portare almeno una delle due vetture al traguardo. Il tutto senza considerare le condizioni di salute e psicologiche di Fernando Alonso, anch’egli in reale dubbio per Melbourne nonostante le tante rassicurazioni avute. Tutti noi ci auguriamo che lo spagnolo possa esserci dopo un inverno sicuramente passato non nel migliore dei modi.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Alberto Murador

Ciao a tutti, il mio nome è Alberto e la mia più grande passione sino dall'età di sette anni è stata la F1, ma poi ho cominciato ad appassionarmi di tutto il mondo del motorsport. Tifoso ovviamente della Ferrari, orgoglioso del " made in Italy ".

Lascia un commento