lunedì, Dicembre 5, 2022

F1 | Costa torna a parlare della Ferrari dopo tre anni

6 agosto 2014 – Aldo Costa, a tre anni dal suo addio da Maranello, torna a parlare della sua ex-squadra.

Dalle pagine del suo blog, Leo Turrini ha raccolto il pensiero di Aldo Costa. L’ingegnere emiliano, rilasciato dalla Ferrari nell’estate del 2011, è approdato alla Mercedes, contribuendo alla causa delle Frecce d’Argento in modo sostanziale ed essendo la prima firma del progetto W05 Hybrid che sta dominando in lungo e in largo gli appuntamenti iridati.

Turrini ha colloquiato con Costa chiedendogli di un suo, eventuale, ritorno alla casa di Maranello ma la risposta è stata secca e lapidaria:

“Sto benissimo dove sono ora! La Ferrari fa parte del mio passato, cosi come lo è per Domenicali e Marmorini.” 

Poi i due hanno continuato a colloquiare sulla situazione attuale della Ferrari e sulle Frecce d’Argento. Di seguito un estratto:

AUTO-PRIX-BHR-F1“Sono sinceramente dispiaciuto per quel che sta raccogliendo la Ferrari in questo periodo. Sono un emiliano e per quanto non sia stato trattato nella maniera più elegante possibile, la Ferrari per me è e resta un mito! […] Secondo la mia opinione i problemi della Ferrari riguardano una certa visione strategica, a parer mio errata. Nel 2008 spingevamo per avere una nuova galleria del vento che desse maggiori garanzie di coerenza dei dati tra factory e pista. Tutte le decisioni del genere vengono prese dal presidente Montezemolo e questa non ci fu accordata. […] Mi sento molto bene attualmente, sono molto rilassato e professionalmente soddisfato. Sono in un team che nel 2015 ha serie possibilità di restare al vertice del motorsport; le minacce potrebbero arrivare dalla Red Bull, che sta svolgendo un ottimo lavoro se si pensa a com’erano messi quest’inverno durante i test. Non credo che la Ferrari possa lottare con noi l’anno prossimo. […] In Mercedes stiamo già lavorando, com’è normale che sia, al progetto 2015 insieme con altre undici persone di nazionalità italiana che ho chiamato dalla Ferrari e da alcune università del paese. Siamo una piccola colonia italiana all’interno di una grandissima multinazionale!”

3,675FollowersFollow
1,150SubscribersSubscribe