F1 | GP Gran Bretagna: Button ridà il sorriso alla McLaren
 

 


F1 | GP Gran Bretagna: Button ridà il sorriso alla McLaren

Silverstone, 7 Luglio 2014 – Nel Gran Premio di casa, la McLaren torna a brillare grazie ad un’ottima prestazione di Jenson Button, che regala al team di Woking un 4° posto. Bene anche Magnussen, anche se solo 7° al traguardo ma autore di un prova positiva.

Nel Gran Premio di casa la McLaren torna tra le protagoniste grazie ad un’ottima prestazione di entrambi i piloti, che riporta un po di serenità nella scuderia di Woking. Gara positiva specialmente per Jenson Button, che addirittura sfiora il podio nel finale. Un podio che al team inglese manca dal Gran Premio d’apertura a Melbourne, ed ottenerlo nella gara di casa sarebbe stata un’ottima iniezione di fiducia per un team che come lo scorso anno, continua ad avere enormi difficoltà a lottare con i primi.

Per Jenson quel podio poi, sarebbe stato il modo migliore per onorare la scomparsa del padre, John, che è venuto a mancare lo scorso Gennaio:

“Mio padre sarebbe stato felice di questo terzo posto”

Questo ciò che aveva dichiarato il pilota inglese dopo la qualifica. Per ricordare il padre, durante il week-end, il campione del mondo 2009 ha indossato un casco di colore rosa, il colore della maglia preferita del suo vecchio. Anche la McLaren si è “tinta” di rosa per ricordarlo, e sicuramente l’ottimo week-end della scuderia anglo-sassone è dedicato a lui.

Nel complesso quella dei due piloti McLaren è stata una gara positiva: alla prima partenza, i due piloti si sono ritrovati subito alle spalle di Rosberg, leader della corsa. Magnussen però, nel primo valzer dei pit stop si è ritrovato a centro classifica, perdendo terreno dalle posizioni testa. Nel finale il pilota danese ha tentato di unirsi alla splendida lotta tra Vettel e Alonso, non riuscendo però mai ad avvicinarsi ai due campioni del mondo.

10467077_10152484010171413_5383094458265457153_oPer Button invece, la sua solita strategia solida gli ha permesso di prendere terreno nel finale proprio dai due numeri 1 di Ferrari e Red Bull, che nella prima parte di gara si erano dimostrati nettamente più veloci. Il campione del mondo 2009 però, spinto dalla carica del pubblico di casa, non solo li ha staccati, ma nel finale ha rischiato di rovinare la festa di Ricciardo, arrivando a pochi decimi da un podio che sarebbe stato incredibile, per poterlo poi dedicare a papà John.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Lascia un commento