F1 | I rischi del 2014, la CEA ci rassicura
 

 


F1 | I rischi del 2014, la CEA ci rassicura

Roma, 12 febbraio 2014 – Qualche giorno fa vi avevamo parlato dell’allarme lanciato da Giancarlo Minardi sulla sicurezza delle nuove monoposto di Formula 1. L’Imprenditore Faentino aveva evidenziato come, i nuovi sistemi di recupero dell’energia, possano mettere in pericolo l’incolumità del pilota, ma anche quella dei commissari di percorso e degli addetti dell’autodromo. Leggi qui http://www.f1sport.it/2014/02/07/f1-giancarlo-minardi-vogliamo-parlare-di-sicurezza/

cea_rossella_amadesiCon l’introduzione del nuovo ERS, che prevede l’installazione di due motori elettrici e di un pacco batterie con capacità d’immagazzinamento doppia rispetto al 2013 (da 2MJ a 4MJ), i potenziali pericoli di scosse elettriche ed incendio sono sicuramente aumentati. Per questo, in merito a tali potenziali rischi, abbiamo voluto parlarne al con la Sig.ra Rossella Amadesi Responsabile della CEA Squadra Corse, il famoso servizio d’antincendio sempre presente durante le corse automobilistiche sui principali autodromi italiani.

Le abbiamo chiesto se fossero effettivamente preoccupati da tutti i nuovi sistemi introdotti sulle vetture del prossimo anno e la Signora Amadesi ci ha risposto: “Naturalmente, quando vengono introdotte grosse novità il pensiero c’è, ma confidiamo che i nuovi regolamenti siano stati pensati per garantire oltre alla sicurezza anche il progresso tecnologico e lo spettacolo.”

cea3Poi ci ha raccontato come, in passato, la FIA abbia sempre informato gli organizzatori del GP d’Italia sulle modalità d’intervento che gli addetti in pista devono osservare per le vetture che sono dotate dei sistemi di recupero dell’energia: “Siamo certi che la Federazione Internazionale lo farà anche quest’anno e fornirà tutte le informazioni necessarie sui nuovi dispositivi di energia impiegati dalle vetture di F1 del 2014. Noi della CEA poi, come sempre, organizzeremo, sulla base di tutte le informazioni fornite,  sessioni formative specifiche che si andranno ad aggiungere alla formazione periodica di addestramento antincendio e decarcerazione di tutti i Leoni della CEA Squadra Corse.”

Oltre al pericolo di scosse elettriche, un pericolo che potrebbe risultare maggiore nel 2014, come evidenziato anche da Giancarlo Minardi, è il rischio d’incendio, sia per il surriscaldamento delle batterie, ma anche a causa degli elementi di sovralimentazione. Il Responsabile della CEA squadra Corse però ci rassicura: “L’incendio è, ed sempre stato presente nelle gare motoristiche, comprese le gare di F1. I nuovi sistemi di energia impiegati in F1 ed in particolare l’introduzione del turbo aggiungono altri probabili rischi.  I team li avranno sicuramente valutati riducendoli a quello che è l’obiettivo di tutti i competitori: trarre il massimo in termini di prestazione al minor rischio possibile.”



1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Antonio Granato

F1 Freelance Technical Analyst - AME-Aircraft Maintenance Engineer - Ideatore e Coordinatore di F1sport.it - Ideatore e radio-conduttore di #PitTalk - Blogger ilfattoquotidiano.it - collaboratore di Autosprint Twitter: @antoniogranato

Lascia un commento