venerdì, Settembre 30, 2022

F1 | Gp Belgio, Ferrari: La Rossa torna ai piani alti

Spa Francorchamps 25 agosto 2013 – Finita la pausa estiva la Formula Uno torna a Spa e dopo la delusione del sabato pomeriggio, la Ferrari torna grande sulle Ardenne. Secondo posto per Fernando Alonso e zona punti per Felipe Massa.

C’era tanta attesa per questo weekend, dopo la disastrosa Ungheria, la Ferrari tornava dalla pausa estiva carica e con qualche nervosismo, viste le varie dichiarazioni e scoop dei media delle ultime settimane. Una Ferrari che ha saputo mandare via le nuvole del sabato pomeriggio, nuvole e pioggia che poteva essere di grande aiuto quest’oggi anche se, il risultato, è comunque molto soddisfacente per gli uomini in Rosso.

Un secondo posto per Fernando Alonso che vale la seconda posizione nel mondiale ritrovata (complice anche il ritiro di Raikkonen). L’asturiano messo alle corde da una qualifica sfortunata, partiva dalla nona casella, un partenza che ha dato vita a una delle rimonte ormai famose del numero uno spagnolo.
Sette sorpassi per Alonso in tutto, con l’unica eccezione di Sebastian Vettel ancora una volta domintore. Più di così non si poteva fare, una macchina molto competitiva e veloce sui vari rettilinei di Spa, una macchina che avrebbe potuto fare meglio e forse stupire con l’aiuto di un acquazzone di fine agosto mancato.
La F138 sembra quella di inizio stagione, almeno sul passo gara dimostrato quest’oggi, sempre in linea con la Red Bull sempre martellante su tutti e tre i settori. Questa vettura può sfruttare le piste a basso carico, notizia che fa guardare di buon occhio Monza, pista molto simile a Spa, almeno come velocità di punta.
Resta da capire per gli uomini di Maranello come poter continuare su questo standard e come migliorare una qualifica che potrebbe essere uno step fondamentale in chiave gara, salvo errori di strategia come qualli avvenuti a Spa.

L’asturiano a fine gara è parso scuro in volto, complice anche il polverone sollevato da dichiarazioni e supposizioni un pò scomode.  “Oggi è andato tutto bene, la macchina aveva velocità per fare sorpassi ma, una volta 2° c’era poco da fare. Anche se in partenza fossi stato primo invece che nono, finivo secondo lo stesso. A Monza ci sarà un secondo step evolutivo, a Singapore un terzo step, bisogna vincere più gare per lottare nel mondiale. Abbiamo visto che anche Mercedes e Lotus erano competitive. Il nostro obiettivo è continuare a migliorare per arrivare a vincere qualche gara consecutiva per tornare in lotta per il mondiale. Il primo passo l’abbiamo fatto bene.”

Gara da settimo posto per l’altro volto della Ferrari. Un Felipe Massa che navigava a metà classifica nella prima parte di gara per poi rimontare sul finale. Punti per il Costruttori che fanno comodo alla Ferrari, punti di vitale importanza per il paulista che, durante queste ultime otto prove, si gioca un rinnovo per il 2014.

“All’inizio ho avuto un problema alla prima curva. Sono scattato bene ma alla prima curva ho dovuto mollare perchè Kimi ha allargato su di me e ho perso molto tempo dietro di lui.  Poi c’è stato un problema al volante, non vedevo nulla sul display nei primi giri. Era difficile parlare alla radio, usare il KERS, fortunatamente è tornato a funzionare. La macchina qui era più competitiva rispetto alle ultime gare. Il problema più grande è che c’è sempre una Red Bull davanti. Siamo migliorati ma purtroppo la Red Bull è ancora davanti.”

Tra due settimane Monza per poi fare rotta fuori Europa con Singapore. Si attendono step evolutivi per la F138, podi e qualche vittoria sono gli ingredienti che servono alla Ferrari per tornare in piena corsa Mondiale.

Ultimi articoli

3,652FollowersFollow
1,150SubscribersSubscribe