Turbo e MGU-H rotti in Spagna ma “non ci sono problemi di affidabilità”

F1 – La Ferrari ha individuato le cause della rottura della power unit di Leclerc in Spagna ma in una nota fa presente come non ci siano problemi legati ad affidabilità e progettazione. 

 

La Ferrari di Charles Leclerc si è ritirata mentre era in testa al GP di Spagna 2022. Per la rossa questo è stato il primo grave problema di affidabilità dell’anno, capitato – purtroppo – nel momento forse meno opportuno e che ha dato la possibilità a Verstappen e a Red Bull non solo di vincere ma di issarsi anche in cima alla classifica del mondiale.

L’unità di potenza è stata subito rispedita a Maranello per accertare le cause del cedimento. E da come si sospettava quando ancora si era ancora in terra spagnola, le cause della rottura sono state individuate nel turbocompressore ma – ed era inevitabile – anche nella MGU-H che è collegata direttamente all’altro componente rotto.

Ci saranno problemi per Monaco? No. Perché il motore endotermico, cosi come gli altri componenti, fortunatamente non sono stati intaccati e basterà rimpiazzare i due componenti inutilizzabili per avere una power-unit perfettamente funzionante.

Ci saranno ripercussioni a lungo termine? Questo probabilmente si. Come sappiamo le componenti di una power unit possono essere sostituite in maniera limitata (per queste due, in particolare, sono ammesse un massimo di tre unità nell’interno anno) per non incorrere in una penalità in griglia di partenza una volta ecceduto.

E date le circostanze, potrebbe capitare che verso le date di fine mondiale, si possa dover aggiungere tali unità al computo totale dato che, appunto, quelle rotte da Leclerc in Spagna non avevano raggiunto certo il loro fine vita (anzi, erano agli inizi).

La Ferrari però è uscita ieri con una nota:

“Dopo aver esaminato la PU della monoposto di Leclerc, abbiamo riscontrato che il turbo e l’MGU-H sono danneggiati e non possono essere riparati. Tuttavia, dopo aver analizzato completamente il guasto e la sua causa, siamo soddisfatti nel registrare che il cedimento non è verificato a causa di un errore di progettazione o di un problema di affidabilità di questi due componenti o di qualsiasi altro elemento della PU”.

Come per dire: ci siamo ritirati ma non ci sono problemi di affidabilità (?!?!?)

Non si tratta di problemi di affidabilità, non ci sono problemi di progettazione. Dunque quali cause rimangono? Probabilmente errori di montaggio in auto, problemi nelle modalità di utilizzo o chissà cos’altro. Sta di fatto che, a parere di chi scrive, è un po’ strano leggere la parola “soddisfatti” in una frase che descrive il concetto di ritiro. Ma tant’è… 


Francesco Svelto

Non un tifoso della F1... ma un appassionato di tutto ciò che è pure-racing a 4 ruote! Nota bene, ho scritto "pure-racing".