F1 | Test Barcellona: le monoposto 2022 sono veloci e lente

Con i primi giorni di test, le nuove auto sembrano avere una doppia anima. Le monoposto 2022 sono veloci e lente al tempo stesso.

di Federico Caruso | @fclittlebastard

Siamo arrivati alla fine dei test di F1 a Barcellona, e abbiamo visto come le nuove monoposto di F1 si comportano in pista. Per molti team ci sono state risposte più che positive, per altri molte cose da riguardare. Quello che colpisce è sicuramente che queste auto sembrano avere una doppia anima.

Uno dei temi principali che quest’anno preoccupava addetti ai lavori e fan, è sicuramente quello della velocità.

La domanda che tutti si sono chiesti: le F1 2022 saranno più o meno veloci delle F1 dell’anno scorso?

In realtà a questa domanda già avevano risposto gli analisti tecnici del nuovo regolamento. La differenza di velocità sul giro si sarebbe dovuta attestare ad una differenza di circa 2-4 sec più lenta rispetto all’anno precedente.

Come sempre le analisi tecniche sulla carta, devono poi avere un riscontro in pista. Ed ecco come mai tutta questa attesa intorno ai test, e l’importanza di poter avere dei dati reali per poter far un confronto più veritiero.

Ad oggi i tempi sul giro non sono stati così entusiasmanti.

Nel 2021 i test a Barcellona non si sono effettuati, ma se prendiamo i tempi del 2020 il gap è abbastanza netto.

Ad esempio, il primo giorno di test quest’anno, il più veloce è stato Lando Norris con la McLaren segnando un tempo di 1’19.658. Ben distante dai tempi fatti registrare a Barcellona due anni fa. Lewis Hamilton alla giornata di apertura dei test segnò un 1’16.976, e il secondo giorno il compagno di squadra Bottas 1’15.732.

Anche in gara al GP di Spagna lo stesso anno, Hamilton ottenne la pole position con il tempo di 1’15.584, più o meno gli stessi tempi che si erano visti ai test.

Se anche quest’anno i tempi visti ai test, si verificassero anche in gara, vedremo un netto rallentamento dei tempi sul giro di queste nuove F1 2022.

C’è da fare però anche una considerazione. Al netto dei tempi più lenti, queste auto sono ancora in piena fase di sviluppo. Già dai prossimi test previsti in Bahrein, potremo assistere a complete rivoluzioni delle auto. Ad oggi potremo dire che queste nuove monoposto di F1 sono ancora una bozza. In attesa di sviluppi che sicuramente avremo per tutto il corso della stagione 2022.

Oltre a questo anche il tracciato del circuito spagnolo è stato modificato. La curva 10 è stata leggermente profilata, cambiando un po’ la velocità della pista.

Tuttavia, anche se i test danno una vaga idea di quello che saranno le prestazioni dell’auto, per ora potremmo dire che le F1 2022 sono un passo indietro.

Certo è che i primi giri in pista di tutti i team non erano voltati alla velocità. I team hanno preferito focalizzarsi su altri aspetti. Prima di tutto stanno cercando di trovare un equilibrio generale sugli assetti, per poter avere un buon ritmo, e di certo poi cercare la massima velocità. Secondo, sia carburante che setting generale delle auto non sono in assetto per cercare il miglior tempo.

Charles Leclerc durante i test ha affermato: “Tutti stanno ancora nascondendo la loro vera forma”.

Le auto non hanno ancora una forma definitiva, e fino al primo GP stagionale, e molto probabilmente neanche lì, vedremo continui cambiamenti.

I tempi migliori che abbiamo visto fin ora nei test sono in linea con quelli che abbiamo visto l’anno scorso come ritmo di gara nel GP di Spagna. Le monoposto ai primi posti giravano in un range tra 1’21 e 1’23. Il giro più veloce è stato quello di Max Verstappen con 1’18.149.

Norris con il giro più veloce del primo giorno dei test, sarebbe partito 20° l’anno scorso sulla griglia di partenza del GP di Spagna. Subito davanti alla Haas di Mazepin.

Un confronto interessante è vedere la differenza dei tempi settore per settore.

Confrontandoli sui tempo sul giro, possiamo notare che la vettura 2022 di Norris perde un po’ di tempo nel settore 1 rispetto alla Haas, ma recupera nei settori 2 e 3.

Norris (2022) Mazepin (2021)
Settore 1: 22.385 Settore 1: 22.232
Settore 2: 29.740 Settore 2: 30.036
Settore 3: 27.443 Settore 3: 27.539
Tempo totale: 1m19.568 Tempo totale: 1m19.807

Dalla tabella nonostante la differenza assoluta sul miglior tempo sul giro, non sembrano esserci delle differenze così drastiche tra settore e settore.

Anche come velocità di punta il confronto è abbastanza interessante.

Norris (2022) Mazepin (2021)
Velocità di punta: 314 km/h Velocità di punta: 324 km/h
Traguardo: 280 km/h Traguardo: 286 km/h
Settore 1: 281 km/h Settore 1: 289 km/h
Settore 2: 301.2 km/h Settore 2: 300 km/h

https://twitter.com/McLarenF1/status/1496442654221123585

Lo step successivo di queste nuove monoposto di F1, sarà vedere il consumo di carburante a pieno ritmo, e poi vedere i tempi sul giro con poco carburante.

Nella seconda opzione, probabilmente avremo la conferma o no di certe teorie.

Ovvero, le auto del 2022 sono più veloci in rettilineo, peggio nelle curve a bassa velocità e potenti nei settori ad alta velocità.

Per ora questi test, ci hanno sicuramente divertito e portato alla luce molti aspetti che non erano stati presi in considerazione.

Vedremo cosa accadrà in Bahrein, e quanto queste auto miglioreranno le loro performance.

Sicuramente per ora queste monoposto di F1 2022 hanno una doppia anima.

Si può dire che le monoposto 2022 sono veloci e lente al tempo stesso.

 


Federico Caruso

Nato a Roma sotto il segno dei motori turbo V6 nel 1984. Sono sempre alla ricerca di qualcosa che mi sappia emozionare come Ayrton Senna. Scrivo con passione per amore della F1.