F1 | McLaren: Guerra a Ron Dennis

Nelle ultime ore Ron Dennis rischia la sospensione dal ruolo di amministratore delegato del team di Woking.

Ron Dennis nelle scorse settimane ha presentato un’offerta d’acquisto di 1.6 miliardi di sterline da parte di un fondo Cinese, questa iniziativa nei piani dell’amministratore delegato dovrebbe consentirgli di prendere la maggioranza delle azioni della scuderia di Woking. Ora il manager inglese possiede circa il 25% delle quote McLaren, l’altro 25% sono del saudita Mansour Ojjeh e il restante 50% del fondo Mumtalakat del Bahrain, ma sia Ojjeh che il fondo non sembrano intenzionati a vendere, anzi vogliono togliere tutti i poteri a Dennis.

_88517504_fernando_alonso_mclaren_gettyInfatti loro erano già intenzionati a non rinnovare il contratto all’amministratore delegato Dennis che per proteggersi da ciò aveva già presentato un un’azione legale contro la McLaren per fermare la decisione da parte del team inglese di congedarlo con un periodo di preavviso.

Queste ultime notizie fanno capire che il clima fra i vari azionisti di McLaren non è dei migliori e probabilmente ci saranno numerose battaglie sia legali che finanziare per prendere il possesso dell’azienda che oltre alla scuderia produce auto di serie e altri apparati tecnologici.

La causa della cacciata di Dennis è da imputare agli scarsi risultati sportivi della McLaren in F1, infatti la partnership con Honda,  che era stata altamente pubblicizzata dal manager , non ha dato i frutti sperati. Perciò il britannico è sempre più lontano  dalla scuderia e dal suo ruolo di amministratore delegato.

Probabilmente Dennis verrà cacciato all’inizio del nuovo corso sportivo generato dal cambio regolamentare del 2017. Questa rivoluzione tecnica dovrebbe aiutare McLaren nella rincorsa ai top team, perciò il manager inglese se avrà ancora più rammarico nel lasciare la sua amata scuderia in un momento così importante.


1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Luca Stefanini

Ho 25 anni,sono un ingegnere meccanico e amo lo sport. Seguo soprattutto il calcio e la Formula 1.

Lascia un commento