F1 | Honda: Ecco come sono stati utilizzati i 7 gettoni

E’ notizia di questa mattina che Honda porterà una Power Unit evoluta per il Gran Premio di Spa in Belgio. 

La casa costruttrice nipponica ha dichiarato che spenderà 7 gettoni per la nuova Power Unit, più precisamente ne userà 3 per aggiornare la camera di combustione del motore termico e 4 per il gruppo turbocompressore. Queste evoluzioni sono state portate nel GP del Belgio perché è un circuito molto severo per il motore e per il recupero dell’energia. In questo week-end i giapponesi vogliono testare la Power Unit prima del GP di Monza dove gli appassionati potranno capire veramente le differenze fra le varie unità propulsive.

Le modifiche fatte da Honda alla sua Power Unit sono state veramente importanti, infatti 7 gettoni non sono stati mai spesi in uimage2.img.640.mediumn singolo aggiornamento da parte di nessun team nella storia dei motori ibridi. Questa mossa sembra quasi una scommessa, ma invece non è così perché Honda aveva bisogno di cambiare entrambi i componenti in maniera simultanea. Infatti questa nuova unità è pensata per migliorare l’efficienza e per avere risultati importanti sotto questo aspetto, i giapponesi sono stati costretti a modificare sia il motore termico che il turbocompressore, perché queste parti lavorano insieme per migliorare la combustione e il recupero di energia.

Queste due componenti lavorano a braccetto e Honda probabilmente ha reputato che dovevano essere montate entrambe per riuscire ad esprimere il massimo potenziale da ogni singola modifica. Si vocifera che questo aggiornamento porterà ad un miglioramento di circa 20 CV, che va sommato a un miglioramento generale dell’efficienza soprattutto della parte elettrica. Questo ultimo aspetto è molto importante perchè permette di non risparmiare carburante durante il GP e di avere più cavali in qualifica.

Questi 7 gettoni purtroppo non rivoluzioneranno le prestazioni della Power Unit Honda perché il ritardo con gli avversari è abbastanza ampio, ma forse sono l’indizio che la casa giapponese ha capito su quali aree deve lavorare per migliorare le prestazioni del motore; se questi aggiornamenti funzioneranno Honda avrà più certezze e potrà lavorare più serenamente a un motore competitivo nel 2017.

 


Luca Stefanini

Ho 25 anni,sono un ingegnere meccanico e amo lo sport. Seguo soprattutto il calcio e la Formula 1.