F1 | GP Canada: Mercedes sempre al top

Quinto centro per Lewis Hamilton sul circuito di Montreal, forse il suo preferito. L’ha aiutato, ancora una volta, una Mercedes solida e veloce, che ha dovuto faticare non poco soprattutto nella prima parte della corsa. Alla partenza, infatti, le Frecce d’Argento si sono fatte bruciare da uno splendido Sebastian Vettel: Hamilton si è accodato mantenendo un passo simile a quello del tedesco, mentre Rosberg ha dovuto tagliare la curva 2 poiché non c’era abbastanza spazio tra lui ed Hamilton, e al ritorno in pista si è trovato nono.
Il pilota inglese è rimasto negli scarichi del tedesco della Ferrari fino al giro 12, quando si è fermato per la prima sosta, e da lì Hamilton ha preso la testa della corsa. Al giro 24, il pilota Mercedes monta le gomme soft e punta ad andare in fondo. V13393930_10153585719002411_1028687597572099534_nettel invece effettua la sua seconda sosta al giro 37 e recupera decimi su decimi al pilota inglese, senza però riuscire ad avvicinarsi abbastanza. Hamilton infatti ha gestito le sue gomme soft in modo magistrale, mantenendo un passo veloce e costante, e si è così meritato la vittoria sul circuito dedicato a Gilles Villeneuve.
Di tutt’altro segno la gara di Rosberg. Dopo il lungo alla curva 2, il pilota tedesco deve tentare una rimonta per avvicinarsi alla top 5, e la raggiunge, ma una foratura lo costringe a una sosta extra. All’uscita dai box si trova alle prese con Verstappen nella lotta per il quarto posto, e l’olandese si rivelerà un osso duro da passare, nonostante la Mercedes di Rosberg abbia una 13319785_10153583290922411_5661191900402015710_nvelocità di punta più alta. Alla fine Rosberg riesce a portare un buon attacco all’ultima chicane, ma uno strano errore in frenata lo manda in testacoda ed è costretto ad accontentarsi del quinto posto.
Tirando le somme, la Mercedes si è rivelata ancora la squadra da battere, ma qui più che in altri circuiti la sua leadership è stata messa in discussione dalla Ferrari, che storicamente si trova bene sulle strade dell’isola di Notre-Dame, ma Lewis Hamilon ha un feeling speciale con questo circuito e ha fatto valere il suo talento. La seconda vittoria consecutiva del pilota anglo-caraibico gli consente di accorciare le distanze da Rosberg, ancora di più grazie al quinto posto del pilota tedesco. Ora sono solo 9 i punti che distanziano i due alfieri Mercedes, e la lotta al titolo mondiale, che sembrava chiusa a Sochi, ora è ufficialmente riaperta.


Marco Bottamini

Seguo la F1 dal 2000, GP di Suzuka... Da allora, il mio amore per la regina del motorsport è diventato indissolubile. Ogni domenica è un rito, un brivido, un'emozione, sull'onda della velocità.