F1 Il “No” di Ron Dennis alla trattativa Red Bull – Honda

4 dicembre 2015 – Lo si sapeva da tempo che la Red Bull aveva bussato anche alla porta della Honda alla ricerca disperata di una Power Unit 2016. L’affare saltò, e a porre il veto fu proprio la stessa Mclaren. A distanza di qualche mese, Dennis spiega il motivo del suo “no” categorico.

HondaRA271LogoRon Dennis ha confermato che la trattativa tra Red Bull e Honda per la fornitura di Power Unit nel 2016, è saltata per sua volontà. A convincere il manager Mclaren è stata la convinzione che la Honda non possiede risorse tecniche ed economiche per affrontare una doppia fornitura di Power Unit nel corso di una stagione. Tali lacune tecniche sarebbero molto profonde nella parte ibrida e in particolare sul sistema ERS. Se in questa parte delle Power Unit la Honda è così indietro, viene logico pensare che una doppia fornitura di motori avrebbe tolto risorse economiche e tecniche fondamentali per colmare il distacco che separa Honda dai più potenti Mercedes, Ferrari e Renault. Ron Dennis, presente nel week end di Abu Dhabi, ha specificato:

“Ci siamo seduti ad un tavolo insieme alla Honda, e abbiamo discusso sulla questione. Alla fine anche la stessa Honda si è dimostrata d’accordo sulla decisione presa”

Da qui la Red Bull si trovò costretta ad intraprendere un’altra strada che l’ha portata a riallacciare i rapporti con la Renault. Senza possibilità di usare il nome del marchio del rombo francese, ha ripiegato sulla TagHeuer (leggi approfondimento qui )

La prima stagione del grandissimo ritorno del binomio Mclaren – Honda non è stata di sicuro all’acqua di rose. Problemi tecnici, dissapori tra team e costruttore; hanno portato i maligni a pensare spesso e sovente che il matrimonio fosse sul punto di rompersi dopo solo una stagione. Questo finale di stagione non ha portato nulla di nuovo sul lato tecnico, ma la decisione presa insieme di rispondere: “No, grazie” alle avance Red Bull, fa ben sperare in chiave 2016. Sostanzialmente i problemi rimangono ma i punti di partenza su cui lavorare per il prossimo anno, sembrano ben saldi (leggi articolo qui ).



1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...

Luca Sarpero

28 anni di vita e 29 passati ad amare la Formula 1. Senza se e senza ma. Amante del web per passione, storico di F1 per vocazione.

Lascia un commento